Quantcast

Capannori avvia l’iter per il piano per l’energia sostenibile e il clima

L'assessore Del Chiaro: "Un progetto che si inserisce nel percorso volto a migliorare la qualità dell'aria"

L’amministrazione comunale di Capannori ha dato il via alla redazione del Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima (Paesc) in attuazione di una delibera consiliare che ha stabilito l’adesione del Comune di Capannori al Patto dei sindaci per il clima e l’energia, iniziativa promossa dalla Commissione Europea per coinvolgere le città europee in un percorso virtuoso di sostenibilità energetica e ambientale.

L’adesione al patto comporta di ridurre le emissione inquinanti del 40% entro il 2030, ma in realtà il nuovo obiettivo più ambizioso è quello previsto della legge europea sul clima, ossia quello di raggiungere la neutralità climatica nel 2050 e di ridurre le emissioni di gas serra del 55% entro il 2030.

Quale prima azione prevista dal piano d’azione per il clima e l’energia l’amministrazione comunale realizzerà un inventario di base delle emissioni sul territorio, in particolare della CO2, che fotografi lo stato dei consumi e delle emissioni sul territorio comunale a partire da un anno di riferimento relativamente agli edifici pubblici, i trasporti, gli edifici civili, l’industria e l’agricoltura. Si passerà poi ad analizzare le vulnerabilità e i rischi del territorio ed infine ad una fase successiva durante la quale dovranno essere indicate le misure concrete di riduzione delle emissioni da attuarsi entro il 2030 traducendo gli obiettivi in azioni di breve e di lungo termine.

“La lotta al cambiamento climatico è un tema di fondamentale importanza e sempre più al centro dell’agenda politica internazionale, nazionale e locale; è urgente infatti individuare ed attuare azioni concrete di contrasto a questo fenomeno che sta minacciando l’equilibrio ambientale del pianeta – afferma l’assessore all’ambiente Giordano Del Chiaro -. Questo per Capannori è ancora più significativo, perchè si inserisce nel percorso volto a migliorare la qualità dell’aria e in particolare ad abbattere l’inquinamento da polveri sottili, fenomeno che ci riguarda da vicino e che contribuisce ad alterare l’equilibrio ambientale. Con questo piano Capannori farà la sua parte per raggiungere gli obiettivi previsti dal Patto dei sindaci a livello europeo, approcciandosi con strumenti concreti ad un fenomeno che deve essere affrontato a livello globale. Il primo step del lavoro consiste nella stesura di un inventario di base delle emissioni sul territorio. Questo ci consentirà di capire e di quantificare il livello di efficienza energetica degli edifici pubblici, il ricorso alle energie rinnovabili anche nelle abitazioni private e le emissioni in atmosfera che provengono dal settore dei trasporti, dell’industria e dell’agricoltura. Con questo quadro completo andremo poi ad individuare le azioni più efficaci per contrastare le emissioni di gas serra sia a breve che a lungo termine”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.