Quantcast

Capannori, pronto a riaprire su appuntamento il museo Athena

Ecco le iniziative online in attesa della prossima zona gialla

Il museo civico di via Carlo Piaggia riaprirà su appuntamento con la prima zona gialla. In attesa della riapertura, intanto, sulla pagina Facebook di Athena nei prossimi giorni saranno pubblicati due video realizzati nell’ambito del progetto Museo senza barriere e del progetto Piccoli musei narranti dedicati, uno ai viaggi di Carlo Piaggia e l’altro alla civiltà contadina e all’emigrazione.

“Non appena torneremo in zona gialla siamo pronti a riaprire il museo al pubblico con un ampio orario di visita che si estenderà anche al fine settimana, grazie anche al progetto Museo senza barriere e quindi alla presenza dello staff di Anffas e dei tirocinanti – spiega l’assessore alla cultura Francesco Cecchetti -. Un progetto importante che, oltre a promuovere l’acquisizione di competenze ed autonomia per coloro che fanno il tirocinio, si prefigge di valorizzare il patrimonio culturale e storico all’interno di un museo aperto, fruibile, accogliente ed inclusivo, con un ritorno socio-culturale e di crescita del territorio e della comunità. Ringraziamo la fondazione Cassa di Risparmio di Lucca per averlo finanziato. Non appena torneremo in zona gialla siamo pronti a riaprire le porte del Museo al pubblico e nel frattempo porteremo avanti alcune attività on line, soprattutto attraverso i social, per diffondere la conoscenza delle varie collezioni ospitate dal museo”.

Il Museo Athena si avvale infatti della collaborazione del Gruppo Archeologico Capannorese per la parte archeologica, dell’associazione culturale Ponte per la parte etnografica sulla civiltà contadina e dell’Istituto storico lucchese sezione Auser Sesto per la sezione dedicata a Carlo Piaggia e potrà contare anche sull’apporto di cinque tirocinanti con disabilità grazie al progetto Museo senza barriere, con il quale il Comune ha partecipato al bando Lavoro + Bene Comune – Tirocini della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. I tirocinanti saranno affiancati da 5 giovani inoccupati che sono divenuti dipendenti Anffas grazie ad un altro bando della stessa Fondazione. Le associazioni Gac, Ponte e Istituto Storico Lucchese Auser Sesto si occuperanno anche di formare i tirocinanti sulle collezioni e di animare il museo con varie iniziative.

L’orario di apertura sarà dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 dal martedì alla domenica. Sarà possibile prenotare la visita scrivendo a staff.museo@comune.capannori.lu.it o chiamando il numero 0583 428784 in orario di apertura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.