Quantcast

Incontri e laboratori, via al progetto #Cheparcovuoi

Iniziative già dal mese di aprile per coinvolgere la comunità al parco Pandora e nell'area retrostante al palazzo comunale

Rendere le aree verdi più significative del territorio, in particolare, il Parco Pandora di Segromigno in Monte e l’area sul retro del palazzo comunale di piazza Aldo Moro, spazi di tutta la comunità, attraverso la partecipazione attiva di associazioni e cittadini, in particolare dei giovani dai 15 ai 25 anni e delle famiglie che abitano nelle zone limitrofe.

Questo l’obiettivo principale del progetto #Cheparcovuoi promosso dal Comune e gestito dall’associazione Itaca in collaborazione con le associazioni La tenda, S.O.F.A., Artebambini e Terra di Tutti che vede un finanziamento regionale di 22500 euro nell’ambito di interventi a favore delle politiche locali per la sicurezza della comunità toscana.

Il progetto, che prenderà il via domani (13 aprile) e si svolgerà fino al prossimo 10 ottobre, prevede una serie di attività finalizzate a incentivare lo sviluppo di una sicurezza partecipata a partire dalla cura degli spazi come fattore di prevenzione di comportamenti devianti, a rendere le due aree pubbliche fruibili dai cittadini in tutte le ore della giornata, a coinvolgere gruppi di  cittadini attraverso un percorso partecipativo che li renda protagonisti dalla progettazione alla costruzione del modello di gestione degli spazi nel lungo termine, nonché alla promozione del protagonismo giovanile attraverso attività culturali e formative e all’individuazione di un modello di gestione condiviso tra cittadini , associazioni e amministrazione.

“Con questo innovativo progetto intendiamo coinvolgere la cittadinanza e, in particolare i giovani, in un percorso volto a garantire inclusione e vita di comunità in due aree verdi particolarmente significative che hanno manifestato alcuni segni di fragilità sociale – spiega il vice sindaco con delega alle politiche giovanili, Matteo Francesconi – L’obiettivo è rendere questi luoghi pubblici spazi di tutta la comunità garantendone sicurezza e fruibilità da parte di tutti i cittadini in tutte le ore della giornata, innescando un percorso partecipativo che veda protagoniste soprattutto le nuove generazioni nello sviluppo di un modello di gestione anche attraverso la partecipazione a varie attività laboratoriali. Vogliamo insomma attivare i giovani, ascoltando le loro idee e traducendole in progetti per le diverse fasce di età. Un percorso che si svilupperà per alcuni mesi e che sfocerà nella costruzione di un patto di amministrazione condivisa tra cittadini, associazioni e amministrazione comunale”.

Molte le azioni previste dal progetto. In primis l’attivazione e animazione di un laboratorio partecipativo con il coinvolgimento di giovani, abitanti e stakeholders che prevede l’elaborazione di una mappa di comunità dedicata alle qualità del verde pubblico, una raccolta di idee, e la coprogettazione del parco con la previsione di una figura di coordinamento (sociologo di comunità) oltre alla definizione di un calendario di eventi nel rispetto delle norme anti Covid.

Al centro del progetto poi una serie di laboratori che si svolgeranno sia al parco Pandora sia nell’area verde sul retro del palazzo comunale: un laboratorio fotografico/video che prevede l’esplorazione e la documentazione della situazione delle aree verdi del comune rivolto agli adolescenti; un laboratorio di arte urbana, un laboratorio di ideazione e design di arredi polifunzionali con materiale di recupero, un laboratorio di ‘Peer education’ (educazione tra pari) e di web radio. Per coinvolgere i partecipanti, e in particolare i giovani, è prevista un’attività di ‘educativa di strada’ attraverso cui gli operatori del progetto cercheranno di stimolare la partecipazione al progetto.

Questo il calendario delle attività del progetto per il mese di aprile: a partire da domani (13 aprile) e fino al 30 aprile saranno quotidianamente predisposti l’apertura e l’aggiornamento dei canali social relativi al progetto.

Parco Pandora: attività di educativa di strada (attività di coinvolgimento dei giovani dei territori di riferimento) nei giorni 19, 21, 23, 27 e 29 aprile in orario pomeridiano; attività di web rdio (attività di intrattenimento tramite canali radio online) nei giorni 20 e 27 aprile in orario pomeridiano; attività di tutor (laboratorio di peer education) il 26 aprile in orario 15-19.

Area retrostante il palazzo comunale: attività di educativa di strada nei giorni 20, 22, 26, 28 e 30 aprile in orario pomeridiano; attività di Web Radio nei giorni 19 e 26 aprile in orario pomeridiano, attività di tutor il 27 aprile in orario 15-19.

Per informazioni è possibile telefonare ai numeri 0583-428440 – 366.5841152 o inviare una mail all’indirizzo politichegiovanili@comune.capannori.lu.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.