Quantcast

Genitori e pandemia, al via un webinar a Capannori

Un ricco programma di confronti online

Offrire un aiuto concreto alle tante famiglie toscane che da oltre un anno affrontano enormi difficoltà imposte dalla pandemia con la chiusura delle scuole: con i ragazzi costretti a periodi sempre più lunghi in didattica a distanza, lontani dai propri compagni e ad una condivisione quotidiana degli spazi, che può mettere in crisi le relazioni con i genitori.Una situazione che può aggravare il rischio di abbandono scolastico precoce, soprattutto nei contesti familiari più fragili e a maggior rischio esclusione. Un fenomeno che già prima dello scoppio dell’emergenza Covid, coinvolgeva circa uno studente toscano su 10, e che sembra destinato a crescere.

Nasce da qui Crescere insieme, il ciclo di webinar in programma a maggio, che tramite il contributo di psicologi, docenti e formatori avrà al centro le sfide imposte oggi più che mai all’essere genitori. L’iniziativa è realizzata dall’agenzia formativa Forium di Santa Croce sull’Arno, all’interno del progetto Vagabondi Efficaci – selezionato da Con i bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile – promosso da Oxfam, con il sostegno di Regione Toscana e il contributo di tanti partner del territorio: comuni, scuole, associazioni culturali, istituzioni locali e enti regionali. L’iniziativa è promossa anche dal Comune di Capannori.

Il ciclo di incontri

Ogni incontro, in diretta streaming sulla piattaforma You Tube, verterà su un focus specifico che riguarda la genitorialità e l’adolescenza. Si comincia lunedì 3 maggio alle 18 con Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva di fama internazionale, con un incontro dal titolo Non si nasce genitori. (link alla diretta)

Gli altri appuntamenti in calendario, coinvolgeranno la psicologa Claudia Corti sul tema Educazione sessuale e sessualità in adolescenza (martedì 11 maggio alle 21); la docente e formatrice del metodo Gordon Francesca Masini per Ascoltare le emozioni e riconoscere i bisogni (giovedì 13 maggio alle 21); la mediatrice familiare Ana Maria Sanchez Duran per Genitori separati e figli adolescenti, quali sfide? (giovedì 20 maggio alle 18); lo psicoterapeuta e scrittore Michele Cocchi per Chiusi in una stanza. Al tempo del Covid, al di là del Covid (sabato 22 maggio alle 17.30) e il fondatore del Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti di Piacenza,Daniele Novara, per “Gestire i conflitti con i figli adolescenti” (giovedì 27 maggio ore 18).

Tutti i partecipanti alla diretta potranno porre domande agli esperti inviando un messaggio Whatsapp al numero 3203069375.

Per maggiori info: (clicca qui)

La risposta di Oxfam per il contrasto alla povertà educativa e all’abbandono scolastico

Il progetto Vagabondi efficaci è parte della risposta di Oxfam, che si è intensificata dallo scoppio della pandemia, a fianco di migliaia di studenti e docenti, per contrastare la povertà educativa e la dispersione scolastica,migliorando l’accesso ai servizi socio-educativi per le tante famiglie che nel nostro paese sono a rischio di marginalità ed esclusione sociale.Un intervento realizzato con un approccio inclusivo e partecipativo – assieme a tanti istituti secondari di I e II grado, enti locali, università, fondazioni e realtà del terzo settore – con iniziative formative e laboratori per docenti, studenti, genitori, operatori, con l’obiettivo di intervenire nelle realtà con maggior disagio, povertà culturale e sociale e alti livelli di dispersione scolastica.

La rete dei partner del progetto Vagabondi efficaci

Il progetto Vagabondi efficaci coinvolge 47 tra partner regionali e locali: tra questi figurano Fondazione Palazzo Strozzi, Centro Pecci di Prato, Teatri di Pistoia, Istituto Sangalli di Firenze, Università di Pisa, le amministrazioni comunali di Prato, Pistoia, Siena, Capannori, Pienza, Santa Croce sull’Arno, Figline Incisa Valdarno, San Giovanni Valdarno, Buti, Montepulciano, Castiglione d’Orcia, Arcidosso, Castel Del Piano, Cecina, San Miniato, Anelli Mancanti Valdarno, Teatro Comunale Francesco Di Bartolo, Eco Consorzio Sociale, Associazione Culturale Tepotratos, Associazione Ildebrando Imberciadori, Istituto “Rinaldo Franci” di Siena e l’Associazione Arturo.

Il fondo per il contrasto della povertà educativa minorile

Il fondo per il contrasto della povertà educativa minorile nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum nazionale del terzo settore e il Governo.Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione Con il sud.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.