Quantcast

Marchetti: “Mascherine irregolari sequestrate anche ad Altopascio, ma il Comune tace”

Il candidato del centrodestra attacca l'amministrazione D'Ambrosio

“Nei giorni scorsi tutto il territorio nazionale e in particolare la Toscana è stato oggetto di un sequestro cautelativo dei dispositivi di protezione Kn95 e Fpp2, le famose mascherine anti-covid. Il procedimento parte da Gorizia e sicuramente la Guardia di Finanza che ha eseguito ha fatto tutto nella massima correttezza. E’ altrettanto vero che i molti comuni che sono stati raggiunti da questa sequestro cautelativo non hanno responsabilità. Quello che però stona e fa capire la strumentalità di certa comunicazione è il caso di Altopascio. Ci sono amministrazioni comunali che per scelta diramano messaggi solo in casi particolari e enti, come quello di Altopascio, che fino da subito hanno deciso di coprire la loro inerzia amministrativa e inefficacia con una valanga di comunicati e fotografie, per la stragrande maggioranza dei casi inutili o trattanti non notizie”. A dirlo è Maurizio Marchetti, consigliere di Insieme per Altopascio e candidato sindaco del centrodestra.

“Ebbene, se per i comuni comunicativamente sobri non abbiamo nulla da dire, per quello di Altopascio, ridondante e bulimico – sostiene – nella sua esposizione sui mezzi di comunicazione, ci saremmo aspettati, nell’ambito del diluvio di parole, fra una tombola e l’allestimento di un impianto floreale, che rendessero noto ai cittadini di Altopascio di avere distribuito migliaia di mascherine Kn95 e Fpp2 che la procura di Gorizia ritiene quantomeno non efficaci per la  protezione dal coronavirus. In questo modo, mentre si controllavano le estrazioni della tombola pasquale, i cittadini altopascesi avrebbero potuto evitare di indossare, almeno per il momento, dispositivi di protezione che non sembrano idonei. Sarebbe stata una comunicazione finalmente utile  e rivolta verso la sicurezza delle persone, ma, evidentemente, piacciono di più le sciocchezze, sperando che portino voti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.