Quantcast

Attività estive, arrivano i contributi per agevolare le iscrizioni di bambini e ragazzi

E' stato pubblicato l'avviso che metterà a disposizione risorse per i gestori per abbattere i costi delle rette a carico delle famiglie capannoresi

Anche quest’anno il Comune di Capannori mette a disposizione contributi alle famiglie per agevolare la partecipazione dei bambini e dei ragazzi fino a 14 anni alle attività estive che si svolgeranno sul territorio o in comuni limitrofi dal 14 giugno al 31 agosto.

E’ stato infatti pubblicato oggi (10 giugno) un avviso pubblico che metterà a disposizione finanziamenti per i gestori delle attività al fine di abbattere i costi delle rette a carico delle famiglie capannoresi. A questi gestori sarà erogato un contributo per abbattere le rette con i seguenti criteri: 30 euro a settimana fino ad un massimo di tre settimane, anche non consecutive, per il primo figlio di ogni nucleo familiare; 45 euro a settimana fino ad un massimo di tre settimane, anche non consecutive, per il secondo figlio di ogni nucleo familiare; 60 euro a settimana fino ad un massimo di tre settimane, anche non consecutive, per ogni figlio successivo al secondo di ogni nucleo familiare; 60 euro a settimana fino ad un massimo di tre settimane, anche non consecutive, per ogni figlio che abbia una disabilità certificata, anche non in gravità.

Inoltre sarà erogato un contributo pari a 2 euro per ogni settimana di retta abbattuta oltre ad una somma di 300 euro per ogni centro attivato all’interno del territorio comunale.

“Le attività estive rappresentano da sempre una risorsa educativa apprezzata dalle famiglie e dai bambini che le frequentano ed hanno in questa fase un particolare valore strategico per la ripresa di una normale socializzazione di bambini e adolescenti, vista la situazione di sofferenza legata alle norme di contenimento della diffusione del Covid-19 – affermano il vice sindaco con delega alle politiche giovanili, Matteo Francesconi e l’assessore alle politiche educative, Francesco Cecchetti -. Per questo riteniamo importante che i costi di frequenza gravino il meno possibile sulle famiglie per dare a tutti l’opportunità di parteciparvi. Confidiamo che già da fine giugno il Comune possa anticipare le risorse ai gestori in modo che le famiglie paghino le rette con gli importi già ridotti. Chi avesse già pagato sarà rimborsato direttamente dal centro estivo. Anche quest’anno quindi, anche se sono in arrivo finanziamenti ministeriali previsti dal decreto ‘Sostegni bis’, abbiamo deciso di mettere a disposizione risorse comunali per consentire il massimo abbattimento dei costi a carico delle famiglie. Non appena riceveremo i finanziamenti ministeriali amplieremo infatti le risorse a favore delle attività estive in modo da assicurare una copertura molto consistente delle rette che spettano ai genitori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.