Quantcast

L’opposizione: “Bilancio, parere non favorevole dei revisori lascia senza parole”

Polemica per la relazione dei revisori dei conti

Parere non favorevole, hanno vergato nero su bianco, i tre revisori dei conti incaricati di dare un primo, interno via libera allo strumento contabile del comune di Altopascio, che precede l’approvazione del bilancio di previsione in consiglio comunale  e che assicura la normale attività della struttura. Una bocciatura ufficiale, una certificazione chiara di incapacità , perché il bilancio di previsione è la traduzione numerica delle intenzioni di una amministrazione comunale e mai è successo che questo passaggio fosse preceduto da un così eclatante richiamo negativo”.

E’ il commento dei consiglieri comunali Maurizio Marchetti, Francesco Fagni, Fabio Orlandi e Simone Marconi che pure da tempo avevano denunciato “una condizione dei conti, unitamente a quella dell’ufficio e del settore, completamente allo sbando, senza una organizzazione e di una attività normali”.

“Siamo senza parole, perché ci saremmo aspettati da parte dei revisori dei conti un giudizio più sfumato, sia pure nella messa in evidenza delle problematicità del settore finanziario ed economico dell’ente – dicono i quattro consiglieri-. Solo qualche giorno fa avevamo detto che la situazione era grave e ci erano state date , per risposta, le solite frasi preconfezionate e le risatine di una amministrazione che, specialmente al vertice, fa emergere ogni giorno di più i suoi limiti e la sua presunzione. A parte l’aspetto politico, i cittadini dovrebbero preoccuparsi davvero perché è partita una fase in cui non si sa cosa potrà accadere, anche se la paralisi dell’ente è il primo pericolo che si manifesta e che di fatto esiste già. A noi dispiace, perché vogliamo bene a Altopascio, ma purtroppo i fatti sono sotto gli occhi di tutti”.

“Il bilancio fatto in questo modo – proseguono – non può essere approvato, scrivono nel documento i revisori dei conti e la maggioranza ha già provveduto a cancellare il consiglio comunale fissato per mercoledì, quando sarebbe dovuto essere approvato proprio questo strumento contabile. Leggendo la lunga relazione, sono molte le criticità che vengono evidenziate: l’assenza di una relazione dirigenziale sull’avanzo presunto, l’erronea quantificazione dei saldi di cassa, il fatto che non siano state reimputate entrate e spese, il mancato rilevamento del fondo pluriennale vincolato, la mancata o erronea gestione dei cronoprogrammi, una gestione alterata e non conforme del principio contabile. Tutti aspetti molto tecnici- dicono i quattro consiglieri comunali- che portano a una sola conclusione, un bilancio improponibile e inadeguato che è stato bocciato senza appello e che non si potrà facilmente sanare. Intanto come primo effetto, non potranno esserci né assunzioni, né nuovi contratti, condannando il comune di Altopascio a un altro periodo di ulteriore  immobilità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.