Quantcast

Sperimentazione animale, Capannori approva la mozione per promuovere metodologie alternative

Il Comune si impegnerà a "promuovere a livello locale, regionale e nazionale l'importanza che l'Italia sia tra i capofila dell'iniziativa Ue per richiedere il divieto a livello mondiale prima del 2023"

Promuovere metodologie alternative alla sperimentazione animale. E’ questo l’obiettivo della mozione approvata mercoledì scorso dal consiglio comunale e presentata dalla capogruppo di + Capannori Claudia Berti.

“Premesso che l’Unione Europea è intervenuta sul tema della protezione degli animali utilizzati a fini scientifici con l’obiettivo di rimuovere le discordanze tra le leggi, i regolamenti e le previsioni amministrative dei singoli stati membri riguardo a questo tema e che in Italia questo percorso ha portato all’introduzione di una disciplina molto più restrittiva, rispetto alla normativa comunitaria – emerge dalla mozione -. Considerato che recentemente è stato istituito al ministero della salute, il tavolo di lavoro per la promozione di metodi alternativi all’impiego di animali nelle sperimentazioni scientifiche; che la sperimentazione su modelli animali risulta essere, allo stato attuale, un percorso ineludibile posto che i metodi alternativi all’impiego di animali nella ricerca scientifica devono essere preventivamente validati si e visto che la vendita di cosmetici testati sugli animali è stata vietata all’interno dell’Ue dal 2013, e che tuttavia, in circa l’80% dei Paesi nel mondo la sperimentazione animale e la commercializzazione di cosmetici testati sugli animali sono tuttora consentite”.

“Considerata, inoltre, la forte sensibilità dell’amministrazione comunale di Capannori al tema della tutela animale, da affezione e non solo e l’impegno attivo sul territorio capannorese anche attraverso lo Sportello per la tutela degli animali, nonché la continua relazione tra Comune di Capannori e le associazioni territoriali per promuovere iniziative volte alla tutela e salvaguardia degli animali – va avanti il testo -, la mozione chiede al sindaco e alla giunta di continuare a promuove sul territorio di Capannori iniziative e azioni per la tutela degli animali; continuare a collaborare con le associazioni del territorio sul tema della tutela animale; fare campagne di informazione su cosa sia la sperimentazione animale sia a fini medico scientifici ma soprattutto a scopi cosmetici per consapevolizzare i cittadini sul tema; impegnare la Regione Toscana affinché faccia azioni volte a implementare nelle Università toscane maggiori campagne di ricerca per sperimentazioni senza animali; promuovere a livello locale, regionale e nazionale l’importanza che l’Italia sia tra i capofila dell’iniziativa Ue per richiedere il divieto a livello mondiale sulla sperimentazione dei cosmetici sugli animali prima del 2023”.

Il consiglio ha approvato la mozione, con i voti favorevoli della maggioranza, assente la minoranza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.