Quantcast

Francesco Domenichini nuovo presidente dei donatori di sangue Fratres di Altopascio

Rinnovato il consiglio direttivo. Quattro su 7 tra i consiglieri hanno un’età inferiore ai 30 anni

È stato composto il nuovo consiglio direttivo dei donatori di sangue Fratres di Altopascio, in carica per i prossimi quattro anni (2021-2025).

La prima seduta del consiglio, tenutasi mercoledì (16 giugno) e deputata all’assegnazione delle cariche, ha eletto Francesco Domenichini come nuovo presidente: 28 anni, “badiale dalla nascita”, dopo la laurea in agraria è insegnante – al momento precario. Attivo nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, sia con gli scout di Orentano sia con il comitato paesano di Badia Pozzeveri, è corista nella parrocchia della stessa frazione.

Domenichini ha da subito messo in chiaro le linee programmatiche del suo mandato: “Ringrazio il consiglio direttivo che mi ha eletto. Ciò che mi muove sono gli ideali cristiani, di comunità, fratellanza e solidarietà. Credo nella partecipazione, soprattutto giovanile, alla vita del territorio e a sostegno del bene comune. Come donatori, il nostro scopo è sensibilizzare e aiutare il prossimo. Per me è fondamentale il dialogo, la discussione e la correzione fraterna: sono questi i capisaldi, secondo me, per qualsiasi esperienza”.

È facile ipotizzare che Domenichini abbia appreso queste cose “sul campo”, già prima dell’associazionismo: in famiglia, infatti, non è che uno di nove figli. Domenichini raccoglie il testimone da Giovanni Fommei, presidente per tre mandati consecutivi e attualmente vicepresidente. È lo stesso Fommei a fare da ponte e a manifestare il suo appoggio: “Francesco è un ragazzo serio, gode di massima fiducia. Da parte mia posso garantire una mano in caso di bisogno. Siamo un bel mix di giovani e di persone con esperienza: conta la presenza e l’entusiasmo”.

4 su 7 tra i consiglieri hanno un’età inferiore ai 30 anni. Oltre a Domenichini – presidente – e Fommei – vice-presidente con delega all’organizzazione di eventi locali – gli altri consiglieri, eletti dagli associati il 5 giugno, sono Isa Matteoni, confermata come capogruppo; Elena Ingrosso, segretaria; Gabriele Scarmagnani, amministratore; Matteo Mandroni, consigliere con delega ai social e alla gestione del sito; Luciano Ortu, consigliere con delega ai rapporti con la Misericordia.

La sfida che attende il nuovo consiglio direttivo, così come l’intero mondo delle donazioni di sangue, è impervia: negli ultimi due anni sono stati ripetuti gli appelli da parte del centro trasfusionale lucchese perché le persone si rechino ad effettuare una donazione. I numeri sono in calo e l’emergenza pandemica non ha aiutato: tuttavia, il bisogno di sangue non viene meno. Sensibilizzare alla pratica di un gesto altruistico è il migliore augurio che si possa rivolgere al nuovo consiglio dei Fratres.

Per entrare in contatto con i Fratres di Altopascio è attivo un recapito telefonico della sezione: 377.3959053.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.