Quantcast

Capannori, al via il pagamento dei contributi in conto affitto 2020

Il vicesindaco Matteo Francesconi: "Un sostegno concreto che si affianca ad altre azioni in questo settore a sostegno delle fasce più deboli della popolazione"

Sono in fase di pagamento i contributi in conto affitto 2020 assegnati dal Comune di Capannori a 200 famiglie del territorio.

Un contributo previsto per i cittadini che si trovano in difficoltà a pagare in autonomia il canone di locazione della casa dove vivono e che hanno determinati requisiti e che viene effettuato tramite gli istituti di credito per coloro che hanno comunicato le coordinate bancarie oppure per cassa presso l’istituto di credito Monte dei Paschi di Siena di via Romana a Capannori. Il contributo massimo che è stato stanziato è di 1091 euro.

“La nostra attenzione al diritto all’abitare è molto forte – afferma il vicesindaco con delega alla casa Matteo Francesconi -. I contributi in conto affitto rappresentano certamente una delle misure di sostegno più significative nel settore delle politiche abitative e anche per lo scorso anno diverse famiglie del territorio hanno ottenuto questo importante beneficio. Un sostegno concreto che si affianca ad altre azioni in questo settore a sostegno delle fasce più deboli della popolazione. Oltre ai contributi in conto affitto altre misure di sostegno riguardano l’emergenza abitativa e il reperimento di alloggi nel libero mercato. Proprio nei giorni scorsi, inoltre, è stato siglato l’accordo territoriale per il canone concordato del Comune di Capannori tra le organizzazioni della proprietà edilizia e le organizzazioni degli inquilini, che ha tra sue finalità anche quella di agevolare l’accesso alla locazione alle fasce sociali più deboli”.

Tra i requisiti previsti nel 2020 per accedere ai contributi in conto affitto c’erano l’essere residenti nel Comune di Capannori nell’immobile con riferimento al quale si richiede il contributo, la titolarità di un regolare contratto di locazione a uso abitativo, il regolarmente registrato e avere un Ise non superiore a 13338,26 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.