Quantcast

Circonvallazione di Altopascio, Marchetti: “Una svolta? Solo spot elettorali, servono finanziamenti”

Il candidato a sindaco per il centrodestra: "Con noi il sottopasso si farà quando sarà completata l'opera"

“Sul terzo lotto solo annunci elettorali. Con noi il sottopasso si farà quando sarà completata la circonvallazione ma ci vogliono finanziamenti, non discorsi”. Così il candidato a sindaco per il centrodestra Maurizio Marchetti commenta l’accordo di programma firmato dalla Provincia per il completamento dell’opera.

“Per l’ennesima volta abbiamo visto un rituale logoro, consunto, con tre figure istituzionali su un ciglio assolato della strada, annunciando una improbabile svolta a un problema annoso come quello della viabilità e circolazione – prosegue Marchetti -. Chi non è schierato e chi ragiona sui fatti non crederà nemmeno un attimo che quanto presentato l’altro ieri sia una svolta vera, quanto, piuttosto, uno spot elettorale riguardante il terzo lotto della circonvallazione di Altopascio. Da parte nostra, mentre guardiamo con grande sconforto all’ennesima sceneggiata, vogliamo essere chiari su un punto, quello del sottopasso”.

“Fino dalla sua presentazione noi consideriamo il progetto del sottopasso che l’amministrazione comunale uscente sta portando avanti senza ascoltare i tanti contrari, assolutamente inadeguato – va avanti il consigliere di insieme per Altopascio – sia per l’aspetto logistico, perché presuppone la creazione di una viabilità accessoria assolutamente negativa per la zona, che per quello idrogeologico, perché si basa sul funzionamento di pompe idrauliche in una zona ad alto rischio per la presenza di acqua in notevole quantità, un’area soggetta a alluvioni e comunque priva di quegli elementi di sicurezza che dovrebbero essere al primo punto nella realizzazione di un’opera di tale natura”.

“In ogni caso, se governeremo noi, questo progetto verrà subito congelato e se ne parlerà il giorno dopo in cui il terzo lotto sarà concluso e la circonvallazione di Altopascio completata. Ci sembra questo il minimo per assicurare una viabilità adeguata alla cittadina e togliere il passaggio a livello attuale senza creare problemi a nessuno – conclude Marchetti -. Non ne possiamo più di annunci e promesse vane, visto che  la circonvallazione di Altopascio è inserita nel contesto progettuale degli assi viari della Piana di Lucca e ad oggi non ci sono finanziamenti adeguati nemmeno per partire”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.