Quantcast

A Porcari una nuova sede per Legambiente Capannori e Piana Lucchese

Sabato (17 luglio) una giornata di festa per l’inaugurazione del nuovo spazio dell’associazione

Porcari sposa ancora più convintamente le politiche ambientaliste.

Lo fa ospitando sul proprio territorio una nuova sede di Legambiente, che troverà spazio in piazza Unità d’Italia, alla stazione delle bici elettriche alle spalle del Comune. 

Una sede così baricentrica per il territorio comunale permetterà di divulgare con continuità le campagne di tutela dell’ambiente ai cittadini e di realizzare studi, ricerche e attività divulgative nelle scuole, facendo diventare lo spazio un vero e proprio centro culturale.

“Come amministrazione comunale – dice il vicesindaco e assessore all’ambiente, Franco Fanucchi – ospitare un’associazione di rilievo nazionale come Legambiente a due passi dal municipio ha un grandissimo significato. E ci permette di continuare a perseguire, come ormai facciamo nell’attività quotidiana, un doppio obiettivo: sensibilizzare da una parte la cittadinanza sui temi ambientali, dall’altra sul consumo consapevole e sostenibile, dal cibo alla produzione e allo smaltimento dei rifiuti”.



L’impegno di Legambiente, in cambio del comodato d’uso gratuito della sede, è quello di tenere aperto lo spazio almeno per sei ore settimanali, dalle 9 alle 11 nei giorni di martedì, giovedì e sabato e di realizzare una serie di iniziative sul territorio, fra le quali la consegna dei pannolini lavabili ‘usa e getta’, la consegna del materiale per la raccolta differenziata, la realizzazione di ciclopedalate sul territorio alla scoperta dell’ambiente e tanto altro. Il rapporto fra Comune e associazione è poi destinato a sfociare in nuove iniziative come, fra l’altro, l’accompagnamento a piedi degli alunni delle scuole (il cosiddetto piedibus), l’insegnamento all’uso delle compostiere domestiche e lo studio di soluzioni ‘green’ per la mobilità del paese.

“I volontari della nostra associazione – spiega la presidente di Legambiente Capannori e Piana Lucchese, Maria Cristina Nanni – saranno impegnati in prima fila per la sensibilizzazione della cittadinanza, e in particolare dei più giovani, al rispetto dell’ambiente, all’importanza della biodiversità. alla limitazione del consumo delle risorse. La convenzione con il Comune è il primo passo per estendere ulteriormente la nostra attività a tutta la Piana Lucchese, che deve superare, nel nome della transizione ecologica, i possibili vulnus legati alla conformazione del proprio territorio e all’industrializzazione”.

Proprio in questo spirito quella di sabato (17 luglio) sarà una giornata di festa per l’inaugurazione del nuovo spazio dell’associazione.

Aggiunge il presidente di Ascit, Alessio Ciacci: “Ascit è impegnata ogni giorno a costruire assieme ai Comuni servizi orientati alla sostenibilità. Il ruolo dei cittadini e dell’associazionismo è sempre più importante nel fare squadra per migliorare la qualità della vita nelle nostre comunità. Sarà un vero piacere essere presenti all’inaugurazione con il Comune di Porcari e l’associazione Legambiente Capannori e Piana di Lucca di questo importante spazio dedicato ai temi della sostenibilità e della partecipazione”.

Si parte alle 8,45 con un giro in bici nel Padule per tutti coloro che vorranno esserci, dai 10 anni in su. Ognuno potrà partecipare con la propria bici o potrà utilizzare quelle della struttura (5 per adulti e tre per ragazzi) previa prenotazione al 329.5636336 (Angela).

Alle 11 la vera e propria inaugurazione della sede di Legambiente Capannori e Piana Lucchese i cui arredi sono stati realizzati a cura del sistema di riuso solidale Daccapo. Per il taglio del nastro saranno presenti il sindaco di Porcari Leonardo Fornaciari, il vicesindaco e assessore all’ambiente Franco Fanucchi, la presidente di Legambiente Capannori e Piana di Lucca, Maria Cristina Nanni e il presidente di Ascit, Alessio Ciacci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.