Quantcast

Petrini e Scannerini: “Da noi nessuna uscita tattica dal Consiglio”

I due consiglieri contro le affermazioni del sindaco

“Uscite tattiche, così il sindaco ha definito le nostre uscite dal consiglio lo scorso mercoledì. Alla base delle sue affermazioni la teoria che i gruppi Fratelli d’Italia e Forza Italia Capannori non volessero esprimersi sulla delibera che prevede la costituzione di New Co., holding che acquisirà le quote del socio privato di acque. Peccato che il motivo della nostra assenza non sia questo”.

Così Matteo Petrini, capogruppo Fdi e Matteo Scannerini, capogruppo Fi in consiglio comunale, sulle parole pronunciate dal primo cittadino durante la seduta. “Ebbene, purtroppo la motivazione non è questa. Il consigliere Matteo Petrini ha dovuto recarsi a casa per motivi personali, mentre il consigliere Matteo Scannerini, ha  lasciato l’aula per un problema di salute”.

“Il fatto che dobbiamo spiegarlo in terza persona in un comunicato ci indigna ancora di più – afferma -. È chiaro infatti che non avremmo avuto alcuna remore a votare contro ad una operazione finanziaria poco chiara che crea debito. Come al solito però, memore delle fortunate operazioni di trasformismo passate, la sinistra spera di dividere un centrodestra e una minoranza che falle non ha. Tutto ciò è sintomo di debolezza oltreché di scorrettezza. Si guardi invece in casa, visto che nelle sue file c’è talmente tanta confusione che i suoi esponenti si rimangiano persino la parola data sul ritorno dei consigli in presenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.