Quantcast

Grande successo per il progetto ‘Tutti in sella’ del centro ippico San Martino foto

Inclusione, integrazione, saggi, gare e tanto divertimento. Ottimi risultati e tante medaglie per i giovani cavalieri: è oro per Alessandra Frezza, 5 anni.

Favorire l’inclusione di bambini normodotati e non, per mitigare la lunga segregazione imposta dalla pandemia e stimolare la socializzazione con i coetanei. Con questi obiettivi è nato il progetto Tutti in sella… del centro ippico San Martino di Capannori, che insieme al centro pisano di Boccadarno, quest’estate ha proposto alle famiglie un percorso di integrazione e interazione con cui riaffacciare i propri figli alla condivisione di spazi ed esperienze. Per educare al rispetto reciproco e alla solidarietà, attraverso uno sport che ben si coniuga con l’esigenza di stare all’aria aperta dettata dall’emergenza sanitaria: l’equitazione.

Non una terapia finalizzata alla riabilitazione equestre, ma incontri didattici e di allenamento, per imparare ad avvicinarsi e dialogare col cavallo, e, a cavallo, reciprocamente. In un programma articolato e divertente, con saggi, gare e una giornata dedicata a emozionare i genitori con l’esecuzione dei propri traguardi.

Quella del 17 luglio scorso, quando di concerto con l’associazione L’amore non conta i cromosomi… e l’associazione Down di Lucca, il centro Ippico San Martino di Capannori ha presentato al centro Ippico di Boccadarno, una dimostrazione dei risultati acquisiti dai bambini durante le giornate trascorse a Capannori.

Autonomia, sicurezza e una buona dimestichezza nel contatto con il grande animale, in un contesto favorevole al dialogo e alla nascita di nuove amicizie e legami. Di questo hanno dato pienamente prova i minori, sotto gli occhi soddisfatti ed emozionati di mamma e papà e di tutto lo staff del centro ippico di San Martino.

Staff che ringrazia i figli e i genitori per il sostegno ai giovani cavalieri, con la loro costante presenza agli eventi, alle iniziative e alle gare di Tutti in sella… Un progetto dalla largissima partecipazione e affluenza.  

Tante infatti sono state le richieste, tanto da rendere necessaria la collaborazione con il centro ippico Boccadarno di Pisa, disponibile a ospitare nelle proprie strutture le sessioni di apprendimento e delle gare, in programma da giugno a settembre durante giornate di festa.

Protagonisti i ragazzi, che con grande entusiasmo e tanta passione, in sella ai cavalli di proprietà della scuola si sono sfidati nel salto ad ostacoli. Riportando ottimi risultati e tante medaglie.

In primis l’oro della piccolissima Alessandra Frezza, di soli anni 5, conquistato nella sua prima gara. A seguire Ambra Gambogi, Jacopo Gambogi, Elisabetta Frezza, Valentina Giusti, Francesca Papa, Mia Del Carlo, Anna Paolinelli, Benedetta Orsi, Jessica Della Nina, Liam Calvani, Irene Paolini, Sofia Pacini, Gambogi Alessandro. Per concludere, gli argenti delle grandi amazzoni Giulia Chines e Benedetta Sacco, nel Gran Premio Brevetti di domenica scorsa (1 agosto).

Piccoli grandi campioni preparati da un grande staff, con Chiara Matteoni, Noemi Ghilardi, Giulia Chines e, in particolare Manuela Taruffi. L’instancabile istruttrice di II livello e tecnico sportivo li ha ben preparati tecnicamente alla competizione e ha trasmesso loro valori, primo il rispetto per gli altri, persone e animali, e le regole della scuderia come l’ordine e la sicurezza. Trasformando il maneggio in un luogo di polarizzazione educativa e sostenendo così il raggiungimento di una piena e vera inclusione sociale nei ragazzi.

I cavalieri di San Martino, nel periodo trascorso a Boccadarno hanno inoltre seguito le fasi di allenamento di un importante campione toscano: Gian Marco Panini, medaglia d’oro alle nazionali italiane e a quelle europee.

E’ proprio l’anima che fa da fulcro a tutte le attività del centro ippico San Martino. Per chi volesse visitarlo, il maneggio è conglobato nel Resort Corte Benedetto, suggestivo ed accogliente agriturismo, defilato dal traffico cittadino e immerso in una bellissima quanto pianeggiante distesa, ai piedi di Montecarlo, in via di Pollinelle 19.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.