Quantcast

Telefonia mobile, controllo a quattro impianti: valori al di sotto dei limiti di legge

È quanto emerge dal monitoraggio realizzato dall'amministrazione comunale a Segromigno in Monte, Marlia, Guamo e Capannori

Valori al di sotto del limite di legge per quattro impianti di telefonia mobile. È quanto emerge dal monitoraggio realizzato dall’amministrazione comunale alle antenne del parco scientifico di Segromigno in Monte, del campo sportivo di Capannori, di via dei Biccelli a Marlia e di via di Sottopoggio a Guamo.

Un controllo aggiuntivo sulle emissioni elettromagnetiche dei siti di telefonia mobile del territorio rispetto a quelli che spettano ad Arpat.
Nel dettaglio, i campi elettromagnetici rilevati sono i seguenti: un valore medio inferiore a 0,30 Volt sul metro all’interno dei locali e un valore medio massimo di 1,97 Volt sul metro all’esterno vicino all’antenna multioperatore di Segromigno in Monte; un valore medio inferiore a 0,30 Volt sul metro a Marlia; un valore medio massimo di 1,28 Volt sul metro nell’area di via del Fontana a Capannori mentre le emissioni relative all’impianto di Guamo, di recente installazione, fanno registrare valori così bassi, inferiori a 0,30 Volt sul metro, che indicano come l’impianto non sia ancora pienamente operativo.

“Al momento dell’approvazione da parte del consiglio comunale dell’ultimo piano di telefonia mobile ci siamo presi l’impegno, oggi rispettato, di potenziare l’attività di monitoraggio sulle emissioni delle antenne per avere misurazioni puntuali, realizzando controlli aggiuntivi rispetto a quelli fatti da Arpat – spiega l’assessore all’ambiente, Giordano Del Chiaro – . L’amministrazione comunale ha sempre dedicato una grande attenzione al tema degli impianti di telefonia mobile, come dimostra l’approvazione annuale del Piano di Telefonia e il percorso di approfondimento sulle nuove tecnologie con esperti del settore promosso già dall’inverno scorso. Si tratta, infatti, da un lato di garantire l’accesso a servizi tecnologici ormai fondamentali nella vita quotidiana, ma allo stesso tempo di assicurare, nei limiti consentiti dalla legge, uno sviluppo controllato e non selvaggio degli impianti sul territorio, per la tutela dell’ambiente, del paesaggio e della salute dei cittadini. L’obiettivo di questi monitoraggi è proprio quello di tenere sotto controllo l’attività degli impianti, verificare il rispetto dei limiti dichiarati dalle compagnie telefoniche e allo stesso tempo tenere aggiornati i cittadini sui dati relativi alle emissioni. I dati emersi dal monitoraggio sono confortanti rilevando valori di emissione elettromagnetica ben al di sotto dei limiti di legge. Vista l’importanza di questa attività, abbiamo già in programma di proseguire i controlli anche il prossimo anno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.