Quantcast

L’isola che c’è, inaugurati i nuovi spazi esterni dell’asilo nido del Galleno foto

Una nave dei pirati, un percorso sensoriale a tema e tante creative novità per la realtà che accoglie bimbi di Fucecchio, Castelfranco, Santa Croce sull'Arno e Altopascio

Una nave dei pirati, un percorso sensoriale a tema e tante creative novità nel giardino del nido L’Isola che c’è nella frazione di Galleno, nel Comune di Fucecchio.

Ad inaugurare i nuovi spazi esterni del nido, che accoglie ogni anno 25 bambini e bambine, gli operatori della cooperativa Il Piccolo Principe, insieme ai rappresentanti dei comuni di Fucecchio, Santa Croce, Castelfranco di Sotto e Altopascio con i quali lo spazio educativo ha una convezione o collabora.

“Volevamo – spiega Roberto Beconcini, presidente della cooperativa Il Piccolo Principe, che gestisce la struttura – fare una festa ad un servizio che è presente sul territorio da quasi vent’anni e valorizzare il lavoro che va avanti grazie ad una comunità che l’ha sempre sostenuto e agli enti pubblici che ci investono”.

Gli arredi del giardino sono autoprodotti perché interamente realizzati dalle educatrici del nido con materiali di recupero.

“Poter inaugurare questo spazio esterno – ha detto Emma Donnini, assessora del Comune di Fucecchio – è un bella soddisfazione, oltre che un’occasione per stare insieme. Da sempre siamo infatti convinti del valore dei servizi educativi e scolastici per la costruzione di una società più democratica”.

“Credo che gli asili nido – ha proseguito Alessio Spinelli, sindaco di Fucecchio – siano non tanto il luogo dove far trascorrere del tempo ma il primo vero servizio educativo che diamo ai cittadini del futuro. Lo spazio esterno ha la sua importanza, lo stiamo vedendo anche a causa dell’emergenza sanitaria, per questo vedo con soddisfazione questo nuovo realizzato con prodotti naturali. Nel Pnrr ci sono molte misure che riguardano le scuole: cercheremo di non prendere l’occasione per poter realizzare sempre più progetti nelle scuole”.

Sulla stessa linea anche Ilaria Duranti, assessora del comune di Castelfranco di Sotto: “Incentivare la didattica all’aperto è in questo momento prioritario, visto che il Covid ci ha fatto ripensare anche a molti aspetti educativi. Il nido di Galleno svolge un servizio che funziona e credo che per questo si debba ringraziare bambini e famiglie, ma in particolar modo gli operatori che ci lavorano ogni giorno”.

All’inaugurazione hanno partecipato anche Roberta Baldini, coordinamento pedagogico comunale Fucecchio, alcune rappresentanti del servizio educativo di Altopascio e don Anthony, parroco gallenese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.