Quantcast

Il Pd di Capannori: “Superbonus 110%, impegni da mantenere”

I dem presenteranno una mozione in Consiglio comunale

“Gli impegni con i cittadini vanno rispettati. Dal governo Draghi era stato detto in più occasioni che l’accesso al credito d’imposta fino al 110% per i lavori eseguiti sulla propria abitazione sarebbe stato prorogato anche per l’anno 2023”. Lo affermano Antonio Bertolucci segretario del Pd di Capannori e Guido Angelini capogruppo Pd in consiglio comunale a Capannori.

“Ora su tutte quelle persone che da mesi lavorano per l’accesso ai benefici fiscali – osservano -, facendo i salti mortali per far fronte alla burocrazia e nella difficile ricerca dei materiali sul mercato, è arrivata la doccia fredda: a giugno 2022 si bloccano gli incentivi per case singole e a schiera. Infatti, nel recente documento approvato dal governo relativo alle linee di bilancio 2022 vengono esclusi dalla proroga del Superbonus le case unifamiliari e le villette a schiera e viene invece data la proroga solo ai condomini e alle case Iacp. Oltre il 50% delle famiglie in Italia vive in abitazioni unifamiliari, un pezzo del paese viene penalizzato con un tratto di penna dalla mattina alla sera. Una scelta senza alcun criterio oggettivo che non tiene conto della complessità e dei tempi necessari alla preparazione e all’esecuzione concreta dei lavori”.

“Questa scelta  se confermata – aggiungono – danneggia una parte rilevante di cittadini, mette in difficoltà tante imprese e contrasta con le finalità di una ripresa economica qualificata volta alla sostenibilità ambientale ( risparmio energetico,impianti fotovoltaici,messa in sicurezza delle abitazioni). Questa direttiva è sbagliata e va corretta durante l’approvazione della legge di bilancio. Il nostro territorio è rappresentativo di quella parte dell’Italia costituita da paesi e centri storici che ha nelle abitazioni tradizionali unifamiliari il più importante patrimonio edilizio ed il centro motore della vita sociale ed economica delle nostre comunità. I recenti provvedimenti di semplificazione delle procedure per l’accesso al credito d’imposta avevano ridato fiducia e rimesso in moto le famiglie e le imprese interessate alla realizzazione dei progetti di riqualificazione delle proprie abitazioni. Ribadiamo che questo ritorno indietro rispetto alle promesse fatte soltanto per un mero calcolo economico non solo è sbagliato ma contrasta con gli impegni presi dal governo con i cittadini e con le imprese”.

“A tal proposito il Partito Democratico di Capannori – spiegano –  chiede ai propri parlamentari, a tutti i rappresentanti istituzionali ed in primo luogo ai sindaci di farsi promotori di una iniziativa volta a correggere la manovra di governo durante la fase di approvazione della legge di bilancio in parlamento e invita le organizzazioni imprenditoriali e sindacali a far sentire la propria voce e presenterà nel corso del prossimo consiglio comunale una mozione urgente chiedendo a tutte le forze politiche una larga convergenza per dare pieno mandato per una sollecita iniziativa su questo argomento a Luca Menesini (in qualità di sindaco di Capannori e Presidente della Provincia di Lucca) da condurre attraverso tutti i canali politico/istituzionali”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.