Quantcast

Camigliano, si restaura la marginetta sullo Stradone

Il Comune investe 80 mila euro

Sarà restaurata la marginetta votiva situata a Camigliano, sullo ‘Stradone’ nel tratto compreso tra via Delle Pianacce e via Delle Ralle.La giunta ha approvato il progetto definitivo del restauro conservativo dell’edicola sacra, che versa in condizioni di forte degrado, prevedendo un investimento di 80 mila euro.Un intervento importante, perchè il bene di proprietà comunale è ubicato sul limite stradale e quindi il lavoro di consolidamento risulta necessario anche a tutela della sicurezza della circolazione stradale e dei cittadini.

“Sul nostro territorio ci sono vari esempi di edicole votive che in passato rappresentavano momenti di pausa e di preghiera per i viandanti e in particolare per i pellegrini che attraverso la via Francigena e la via Romea transitavano verso Roma. Beni storico-architettonici importanti e identificativi del nostro territorio che riteniamo importante recuperare – spiegano l’assessore ai lavori pubblici, Davide Del Carlo e il consigliere comunale Gianni Campioni –. Dopo aver restaurato la marginetta di San Ginese di Compito adesso procederemo al recupero di quella di Camigliano per assicurare la sicurezza stradale e dei cittadini, riqualificare l’area e restituire alla frazione un bene storico-architettonico dall’alto valore simbolico per la comunità”.L’edificio, che attualmente all’esterno è quasi completamente ricoperto da vegetazione, ha una forma semicilindrica con una facciata in stile neoclassico caratterizzata da un frontone a timpano che sovrasta un’apertura incorniciata da due lesene. L’ingresso ad arco è chiuso da un cancellato in ferro ed è sovrastato da una lapide in marmo con iscrizione. Al suo interno è presente un piccolo altare con opere pittoriche.

L’intervento di recupero, che inizierà nei primi mesi del 2022 ed è stato concordato con la Soprintendenza, prevede innanzitutto, previo taglio della vegetazione, la messa in sicurezza della marginetta attraverso la centinatura della volta. Dal punto di vista strutturale si prevedono vari interventi, tra cui l’allargamento delle fondazioni, la ricostruzione della compagine muraria e il rifacimento della copertura. Sono previste inoltre lavorazioni per gli intonaci esterni finalizzate alla ripulitura, al consolidamento nelle zone di distacco e alla tinteggiatura complessiva di tutta la superficie esterna con pittura a base di bianco di calce con colori minerali giallo-ocra riprendendo la cromia dalle tracce ancora esistenti.

Il progetto di restauro contempla anche interventi sugli intonaci interni con opere di pulizia, stuccatura, consolidamento nelle zone di distacco e ripresa di porzioni di intonaco. Per quanto riguarda le pitture murarie interne si interverrà nei punti di disgregazione e polverizzazione ristabilendo la coesione della pellicola pittorica, mentre relativamente alla pavimentazione si procederà alla ripulitura del cotto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.