Quantcast

Porcari ha la sua prima commissione pari opportunità: 13 componenti contro ogni discriminazione video

Il sindaco Leonardo Fornaciari: "È un momento storico". Ecco chi sono tutti i componenti

Proporre soluzioni concrete per raggiungere un importante obiettivo: la vera uguaglianza tra tutti i cittadini. Anche il comune di Porcari, per la prima volta, ha la sua commissione per le pari opportunità.

Commissione pari opportunità Porcari

Un passaggio storico, sancito dal voto (all’unanimità) del consiglio comunale dello scorso 3 novembre, verso i valori inclusivi promossi dalla stessa Costituzione della Repubblica italiana. Ne fanno parte 13 componenti, undici donne e due uomini, interessati a condividere le finalità dell’istituzione o partecipanti ad associazioni e comitati che, per statuto, si occupano di superamento delle discriminazioni. Tredici componenti, dai 18 ai 73 anni, che lotteranno contro ogni discriminazione sociale.

La commissione al completo (assente solo Rimanti)
commissione pari opportunità porcari

“Questo obiettivo di civiltà – dice il sindaco, Leonardo Fonarciari – è solo il calcio di inizio. Oggi inizia un percorso nuovo, di collaborazione e attenzione, per politiche sempre più a misura di ogni persona. È ancora lunga la strada per una società equa, che metta tutti nelle condizioni di condividere gli stessi diritti valorizzando le differenze con apertura. L’espressione ‘pari opportunità’ richiama alla mente un’immagine chiara: penso ad una persona adulta e a un bambino piccolo, di spalle, fianco a fianco, entrambi davanti a un muro, entrambi desiderosi di guardare al di là. L’adulto è abbastanza alto, ci arriva da solo. Il bambino no, ha bisogno di salire su uno sgabello. Solo allora entrambi avranno opportunità pari di guardare al di là. Ecco, la politica deve poter essere quello sgabello che rimuove gli ostacoli e che sa che non si possono far parti uguali tra disuguali, come ebbe a dire don Milani. Anche il comune di Porcari farà la sua parte. Buon lavoro a tutte e a tutti”.

Commissione pari opportunità Porcari

Soddisfatta la consigliera con delega alle pari opportunità, Francesca De Toffol: “L’istituzione della commissione pari opportunità, per me, era l’obiettivo principale di questo mandato. E ringrazio tutte le donne e tutti gli uomini che si sono messi a disposizione della comunità per dare concretezza, col loro impegno, a questa esperienza nuova per il comune di Porcari. È bello che siano rappresentate tutte le età, dai 18 ai 73 anni. C’è tutta l’emozione e la voglia di fare e fare bene del primo giorno di scuola: facciamone tesoro, perché ci sarà bisogno di tenere alta l’attenzione su ogni discriminazione, su ogni violenza. Solo pochi giorni fa sono arrivate dal governo le istruzioni per accedere al reddito di libertà, la misura a sostegno dei percorsi di autonomia e di emancipazione per le donne vittime di violenza in condizione di vulnerabilità economica: la necessità di una commissione per le pari opportunità comunale, sentinella sul territorio, è attuale e viva. Faremo del nostro meglio per i cittadini e le cittadine di Porcari, dedicandoci non solo alle discriminazioni di genere ma anche a quelle legate alle disabilità, al bullismo e cyberbullismo nelle scuole, alle differenze etniche o di orientamento sessuale”.

La commissione pari opportunità di Porcari

Tre componenti sono stati scelti tra donne e uomini che operano sul territorio comunale e che possiedono competenza ed esperienza nel campo delle pari opportunità nei vari settori storico, giuridico, sociale, sociologico, psicologico, sanitario, del lavoro, della formazione, della comunicazione, della produzione artistica nonché in altri ambiti attinenti alle finalità e ai compiti della commissione. Sono Bianca Angeli, Madalina Elena Golea e Davide Bertuccelli.

Bianca Angeli, 18 anni, studentessa. Frequenta l’ultimo anno del liceo delle scienze umane Paladini a Lucca. Ha deciso di dare la propria disponibilità perché ha a cuore l’uguaglianza e la possibilità di dare a tutti le stesse opportunità indipendentemente dalla nazionalità, dal sesso, dall’orientamento politico e sessuale. Ritiene che partecipare ai lavori della commissione sia un modo per cercare di migliorare la realtà secondo questi ideali.

Madalina Elena Golea, 22 anni, studentessa. Frequenta l’ultimo anno del corso di laurea triennale in economia aziendale. La prima volta che venne additata per le sue origini aveva dieci anni. Ne aveva quattordici, invece, la prima volta in cui due uomini le fischiarono per strada. Ai diciotto molti le dissero di non scegliere certe facoltà ‘maschili’. Oggi, consapevole non solo delle discriminazioni ma anche dei privilegi che le sono riservati, è onorata di poter far parte della commissione pari opportunità.

Davide Bertuccelli, 36 anni, insegnante. Nato da parto prematuro che gli ha causato una disabilità fisica, vive da sempre a Porcari. Dopo il liceo scientifico, ha conseguito la laurea in biodiversità ed evoluzione. Interessato ai temi della tutela ambientale, dei diritti e dell’inclusione, fa parte de Movimento Shalom e collabora con associazioni che si occupano di questi temi.

Sette sono invece i componenti designati da associazioni o comitati le cui finalità, da statuto, siano compatibili con quelle della commissione. Ne fanno parte Renata Bonacchi (Confcommercio terziario donna), Laura Di Gino (Croce Verde di Porcari), Emiliana Scarciello (Centro femminile italiano, sezione di Porcari), Mara Grazia (Centro femminile italiano, sezione di Porcari), Adolfo Baldacci (Associazione nazionale Alpini di Porcari), Grazia Benetti Sivieri (Aido comunale di Porcari) e Francesca Lazzareschi (Atletica Porcari).

Renata Bonacchi, 70 anni, commerciante. Titolare di un negozio di ottica a Porcari, è nel direttivo di Terziario donna Confcommercio e vicepresidente dell’associazione Porcari Attiva. Da sempre in prima linea per i diritti civili e l’emancipazione femminile, si è battuta per ottenere i primi asili comunali a Lucca negli anni Settanta. Crede nell’impegno e nella presenza delle donne nelle istituzioni.

Laura Di Gino, 26 anni, infermiera. Nella Croce Verde di Porcari dal 2013, è impegnata nel settore sanitario, sociale e nella protezione civile. Si sente vicina ai problemi delle persone fragili e alla situazione delle donne e dei minori che subiscono maltrattamenti. Pensa che per superare le diseguaglianze occorra lavorare sull’educazione e sulla tolleranza, promuovendo azioni che coinvolgano tutta la comunità.

Emiliana Scarciello, 53 anni, collaboratrice scolastica. Vive a Porcari da 24 anni. Da sempre attiva nel volontariato, è tra le promotrici del progetto Nati per leggere in collaborazione con la biblioteca comunale. Impegnata nel progetto tutor del Cif per portare aiuto scolastico a domicilio, si dedica con passione anche alla cura del territorio con Legambiente.

Mara Grazia, 64 anni, casalinga. Nata a Porto Torres, è arrivata a Porcari negli anni Sessanta. Qui ha studiato, coltivato relazioni e costruito una famiglia. Attiva con i gruppi giovanili cattolici prima e con l’impegno catechistico poi, ha condotto studi di teologia a livello diocesano. Attiva nel Cif, si spende per le persone più fragili e per la valorizzazione della donna.

Adolfo Baldacci, 73 anni, pensionato. È stato tra i fondatori della Croce Verde Pubblica Assistenza di Porcari e da quel momento ha sempre gravitato attivamente nel mondo del Volontariato, offrendo la propria collaborazione alle molteplici iniziative e attività organizzate sul territorio porcarese. Attualmente è capogruppo della sezione porcarese dell’Associazione nazionale Alpini.

Grazia Benetti Sivieri, 69 anni, pensionata. Nata a Milano, cresciuta a Porcari, dopo una parentesi di vita a Viareggio è tornata a vivere in paese. Dopo un corso di Oss, nel 2001 ha fondato l’associazione ‘Progetto la Torretta’, attiva nella prevenzione dei disturbi dell’alimentazione e nella valorizzazione della memoria storica: al suo impegno, infatti, si deve la riscoperta della storia del brigadiere Salvatore Uda e l’intitolazione dell’omonima piazza. Da qualche anno è volontaria Aido (associazione italiana per la donazione degli organi).

Francesca Lazzareschi, 61 anni, maestra d’asilo. Fa parte del consiglio dell’Atletica Porcari come addetta stampa e segretaria. Crede nei valori del gruppo podistico che, da molti anni, oltre a sostenere le iniziative sportive del territorio, supporta numerose associazioni di volontariato sociale come, tra le altre, la Croce Verde di Porcari, l’Avo (associazione volontari ospedalieri) o la parrocchia.

Due persone sono state scelte dai banchi del consiglio comunale, di diverso schieramento. Per Viviamo Porcari ne fa parte Fabrizia Rimanti, per La Porcari che vogliamo ne fa parte Chiara Favilla.

Fabrizia Rimanti, 58 anni, dirigente scolastica. Consigliere comunale dal 2002, ha ricoperto il ruolo di assessore, con delega tra le altre, al sociale, alle pari opportunità, alle politiche giovanili, cultura e scuola dal 2007 al 2019. Eletta con la lista civica Viviamo Porcari, è oggi delegata dal sindaco a occuparsi di lavoro, rapporti col volontariato e progetti speciali.

Chiara Favilla, 46 anni, informatore medico scientifico. Da dieci anni si occupa, in particolare, di persone affette da disturbi mentali. È madre di due figlie. Consigliera comunale dal 2017, eletta per la lista civica La Porcari che vogliamo.

Infine, di diritto, fa parte della neo-nata commissione pari opportunità la consigliera titolare della delega a questo ambito, Francesca De Toffol.

Francesca De Toffol, 39 anni, avvocato civilista. Iscritta all’albo degli avvocati di Lucca, tratta il diritto di famiglia con particolare attenzione alle tematiche nuove delle unioni civili. Presidente del consiglio comunale di Porcari dal 2017 con delega alle pari opportunità.

La commissione rimarrà in carica fino alla scadenza del mandato del sindaco Fornaciari: le eelzioni, Covid permettendo, si terranno a maggio 2022.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.