Quantcast

Capannori, approvate all’unanimità due mozioni sul Superbonus 110%

Riguardano una l'equiparazione alle altre abitazioni delle case unifamiliari e delle villette a schiera, l'altra l'uso di incentivi per l'edilizia popolare

Due mozioni sul Superbonus 110% sono state approvate all’unanimità durante la seduta di ieri (11 novembre) del consiglio comunale di Capannori. Gli atti, che riguardano la riqualificazione energetica degli edifici sono stati presentati dal capogruppo del Pd Guido Angelini a nome di tutti i gruppi consiliari e dal capogruppo di Fratelli d’Italia Matteo Petrini con un emendamento della maggioranza.

La mozione presentata da Angelini chiede di includere nella manovra di bilancio 2022 la proroga del Superbonus 110% per le case unifamiliari e le villette a schiera, con le stesse scadenze temporali dei condomini e delle case Iacp.

“Premettendo che il consiglio dei ministri ha reintrodotto nella legge di bilancio la proroga del beneficio del Superbonus 110% anche per le abitazioni unifamiliari e villette ma solo per il 2022 e imponendo ai beneficiari il limite di reddito Isee fino a 25 mila euro e considerando che il testo di legge che verrà presentato alle Camere relativamente al Superbonus 110%, con questi limiti di reddito, esclude di fatto migliaia di cittadini da questa opportunità e rischia di innestare una retromarcia negativa anche rispetto alla recentissima norma che prevede di estendere fino al 2024 la possibilità di cedere i crediti d’imposta da parte dei proprietari che hanno eseguito lavori di ristrutturazione edilizia utilizzando i vari bonus – spiegano i firmatari – la mozione chiede al sindaco e alla giunta di intervenire con urgenza nei confronti del presidente del consiglio Mario Draghi direttamente e tramite l’Anci e l’Upi nazionale, affinché la proroga del Superbonus 110% includa, a pieno titolo, le case unifamiliari e le villette a schiera senza alcun vincolo di reddito e con le stesse scadenze temporali previste per condomini e case Iacp”.

“Si chiede inoltre di interessare tutti i parlamentari del nostro territorio perché nella fase di approvazione della legge di bilancio ci sia un chiaro impegno per sostenere l’inclusione della proroga del Superbonus 110% in modo uniforme a tutto il comparto dell’edilizia abitativa e per l’anno 2022 venga estesa la proroga del bonus facciate con la percentuale di detrazione del 90%, nonché di sensibilizzare i consiglieri e gli assessori regionali affinché ci sia una forte presa di posizione della Regione Toscana contro le restrizioni del Superbonus – concludono i firmatari -. La seconda mozione premettendo che potersi avvalere del Superbonus 110%, previsto anche per le proprietà immobiliari pubbliche per un ulteriore anno, rappresenta un’opportunità unica che può consentire la riqualificazione del patrimonio di edilizia popolare esistente sul territorio comunale, la valorizzazione immobiliare e il miglioramento delle condizioni di vita degli inquilini, impegna il sindaco e la giunta a proseguire e dare seguito al percorso iniziato dagli amministratori dei Comuni che gestiscono Erp per la progettazione e la realizzazione della riqualificazione energetica dell’edilizia pubblica popolare capannorese e di avvalersi degli strumenti messi a disposizione dal decreto legge Rilancio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.