Quantcast

Associazioni e terzo settore, a Porcari arrivano nuovi contributi

Messi a disposizione 20 mila euro di bilancio comunale

Ancora contributi dal Comune di Porcari per sostenere le realtà del territorio. Il nuovo bando emanato dall’amministrazione di piazza Felice Orsi riguarda iniziative ed eventi svolti nel 2020 e finalizzati, come si legge nel documento, “alla tutela della persona e della comunità, allo sviluppo dell’aggregazione giovanile, alla diffusione dello sport”.

Vi rientrano, solo a titolo di esempio, l’assistenza agli anziani e ai disabili, le attività musicali, artistiche e cinematografiche e quelle di sensibilizzazione e informazione per la tutela ambientale. Il contributo, per il quale sono stati messi a disposizione 20mila euro di bilancio comunale, spetta ad associazioni, realtà del terzo settore, comitati, fondazioni ed enti pubblici, senza scopo di lucro, che nell’anno più nero dell’emergenza sanitaria hanno restituito alla comunità servizi e attenzione.

“Il nostro volontariato è sempre pronto a rispondere alle necessità del paese – osserva l’assessora alle politiche sociali, Lisa Baiocchi – e volevamo trovare un modo per valorizzarlo concretamente. Senza la collaborazione del terzo settore gli enti locali, da soli, non avrebbero le necessarie risorse per realizzare i progetti in ambito sociale. Ma non solo. Si pensi anche al grande lavoro di distribuzione delle mascherine casa per casa durante il lockdown o alla velocità con la quale Porcari ha risposto al maltempo dello scorso inverno, predisponendo sacchi di sabbia lungo l’argine del Leccio. A questo si affiancano episodi di tutti i giorni, di persone che ne sostengono altre: a questo silenzioso agire la nostra amministrazione, con questo bando, vuol dire grazie”.

La richiesta del contributo deve essere redatta sulla base del modello di domanda presente sul sito del Comune (clicca qui) o ritirabile all’ufficio servizio interventi alle persone di via Roma 121. Ogni soggetto dovrà presentare la rendicontazione delle spese sostenute allegando i giustificativi: fatture, scontrini fiscali e quant’altro possa far fede per comprovare l’uscita. Le spese oggettivamente non documentabili potranno essere autocertificate dal legale rappresentante fino ad un importo massimo pari al 30 per cento del contributo richiesto. La domanda e i documenti allegati dovranno quindi essere sottoscritti e trasmessi entro il 9 dicembre via Pec all’indirizzo comune.porcari@postacert.toscana.it o consegnati all’ufficio protocollo di piazza Felice Orsi, su appuntamento al numero 0583 211856.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.