Quantcast

Latte San Ginese, Arborea apre alla cassa integrazione video

Intanto lunedì prossimo a Capannori si terrà il consiglio comunale aperto sulla vertenza

La notizia pervenuta in queste ore a Valerio Fabiani rende giustizia agli sforzi e alla mobilitazione di lavoratori e istituzioni per la salvezza del latte San Ginese. Il consigliere per lavoro e crisi aziendali del presidente Giani, infatti, annuncia che l’azienda sarda Arborea “si è dichiarata disponibile a considerare di accedere alla cassa integrazione, eventualità dalla stessa azienda inizialmente esclusa: un gesto che apprezziamo perché eviterebbe il licenziamento dei 26 lavoratori della San Ginese di Capannori. E’ stata accolta una parte della nostra proposta che però deve essere completata da azioni concrete per la reindustrializzazione del sito. Di questo parleremo al tavolo regionale”. In prima fila, per salvare lo storico marchio e l’indotto sul territorio, la vicepresidente e assessora all’agricoltura Stefania Saccardi.

Latte San Ginese Caplac Arborea stabilimento

Fabiani, che parteciperà al consiglio comunale aperto di lunedì (21 febbraio) a Capannori, è in stretto contatto con il sindaco Luca Menesini. “L’apertura dell’azienda alla cassa integrazione è un primo passo e lo guardiamo con favore, consapevoli della delicatezza e importanza del percorso che si sta avviando – dichiara Manesini -. Naturalmente, da parte nostra, saremo al tavolo regionale con l’obiettivo di salvaguardare il lavoro e l’attività produttiva. Ringrazio la Regione, i sindacati, i lavoratori e tutti i cittadini che in queste settimane hanno fatto sentire la loro vicinanza”.

“L’apertura di Arborea all’ipotesi della cassa integrazione per i 26 lavoratori della San Ginese è un primo segnale da accogliere con soddisfazione – dichiara la consigliera regionale Pd Valentina Mercanti –. Sebbene il tavolo regionale abbia ancora molto lavoro per salvare la storica latteria di Capannori, la straordinaria mobilitazione dei cittadini della Lucchesia, dei sindacati e delle istituzioni sta dando i suoi primi frutti. Ancora una volta, grazie al sindaco Menesini, ai sindacati e al consigliere del presidente, Valerio Fabiani, per aver risposto con prontezza alle nostre richieste”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.