Quantcast

Altopascio ha una nuova casa per i giovani: inaugurato il centro di aggregazione foto

È base operativa del progetto ministeriale "Seconda stella a destra"

Una nuova casa per i giovani della cittadina del Tau. È stato inaugurato questa mattina (26 febbraio), alle 10,30, il nuovo centro di aggregazione giovanile di Altopascio, in via Fratelli Rosselli 18.

Rinnovato, con gli ambienti tutti risistemati, più bello, più accogliente, più funzionale per bambini e ragazzi di età diverse: ecco il nuovo centro di aggregazione di Altopascio. A inaugurarlo, questa mattina (26 febbraio), sono stati la sindaca, Sara D’Ambrosio, l’assessora alle politiche sociali ed educative, Valentina Bernardini, l’assessore alle politiche giovanili, Alessio Minicozzi, la presidente del consiglio comunale con delega ai bambini, Rina Romani, il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo, Dario Salti, il responsabile del settore sociale, Gianmarco Bertozzi. Presenti anche gli assessori Adamo La Vigna e Francesco Mastromei, la consigliera comunale, Martina Mandroni e i referenti delle cooperative Zefiro e La Luce.

Il centro di aggregazione sarà il fulcro, la base operative di “Seconda stella a destra”, il progetto, pensato proprio sulle esigenze dei giovani, che si è piazzato al primo posto in Italia, aggiudicandosi nel 2021 un finanziamento ministeriale di 230mila euro con l’obiettivo di coinvolgere bambini e giovani dai 6 ai 20 anni sul territorio altopascese. A portarlo avanti è il Comune come ente capofila, insieme all’Istituto comprensivo di Altopascio, la cooperativa sociale Zefiro e la cooperativa sociale La Luce.

“Seconda stella a destra”: ad Altopascio entra nel vivo il progetto dedicato ai giovani

“Oggi è una bellissima giornata per tutti noi, per tutta Altopascio – commenta Sara D’Ambrosio -. Quando sono stata eletta come sindaco di Altopascio, Gianmarco Bertozzi mi disse di investire soldi per rendere più vivo il centro di aggregazione per i giovani di Altopascio. Non è stato facile, le difficoltà per reperire finanziamenti sono state parecchie. Grazie ad un ottimo lavoro di squadra, Altopascio ha vinto – piazzandosi al primo posto in Italia – il bando del Ministero delle politiche della famiglia, aggiudicandosi ben 230mila euro di finanziamento. Un piccolo Comune come il nostro ha raggiunto un grande risultato e di questo ne sono orgogliosa. Questo luogo sarà la casa dei ragazzi di Altopascio. Questa generazione ha bisogno di una guida in questo mare di tempesta che è il mondo di oggi”.

“Un’occasione importante per i ragazzi del territorio – commentano gli assessori alla scuola, Valentina Bernardini, e alle politiche giovanili, Alessio Minicozzi -. In questo spazio i ragazzi potranno tornare a condividere esperienze e vivere una nuova socialità che manca da tempo. Siamo certi che il centro di aggregazione sarà un vero e proprio punto di ritrovo e crescita, una seconda casa”.

“Questo è uno spazio che vuole essere aperto alla cittadinanza e costruito insieme alla cittadinanza – le parole di Gianmarco Bertozzi -. Uno spazio catalizzatore per i giovani. Sono già diverse le iniziative in corso, che cercheremo di ampliare nel tempo. Questo spazio deve essere un punto di riferimento per la comunità”.

Seconda stella a destra

Il progetto nasce con l’obiettivo di rendere i giovani protagonisti del loro tempo, costruendo con loro un percorso nel quale imparare l’autonomia, l’indipendenza, dove combattere la marginalità. I ragazzi, opportunamente formati, sono coinvolti in prima persona, attraverso un tutoraggio alla pari dove i più grandi aiutano i più piccoli. Un progetto che è in corso e che ora, come già precedentemente annunciato, troverà la sua base operativa proprio nel centro di aggregazione altopascese. Qui infatti i ragazzi si ritroveranno; qui prenderanno vita corsi e attività che possano rendere protagonisti i giovani altopascesi.

I corsi

Variegati e originali gli appuntamenti gratuiti pensati per i ragazzi del territorio. Video dance, laboratorio video, sportello orientamento per accompagnare i ragazzi del territorio durante il percorso scolastico e formativo, propedeutico anche all’ingresso nel mondo del lavoro, laboratori musicali di chitarra, basso, tastiera, percussioni, produzione musicale e canto e, da aprile, partirà anche un laboratorio di graffiti con un writer professionista.
Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare il centro nei giorni di apertura (lunedì, martedì, giovedì e venerdì) al numero 0583 – 216058, oppure il settore servizi sociali e scolastici – ufficio servizi educativi – Ciaf, 0583 – 216353 / 216907; servizi.educativi@comune.altopascio.lu.it.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.