Quantcast

Cimitero di Gragnano, Zappia (Lega): “Nonostante le promesse regna nel degrado”

Il consigliere presenterà una mozione sul tema

“Il cimitero di Gragnano è in perenne stato di degrado”. Così il consigliere della Lega Bruno Zappia si fa portavoce delle lamentele e richieste della zona.

“È trascorso poco più di un anno da quando l’assessore Del Carlo, pubblicamente, ufficializzò la necessità di coinvolgere le associazioni locali, dietro corrispettivo, per la manutenzione degli spazi cimiteriali. Nell’articolo riportava che i cimiteri ‘sono luoghi di estrema importanza, in quanto custodi degli affetti e della memoria della cittadinanza’. Vorrei sapere dall’assessore – continua Zappia – cosa intende per luoghi di estrema importanza in quanto, se tali, devono essere mantenuti con il dovuto rispetto della dignità per chi vi è sepolto e soprattutto per coloro che lo frequentano ,inoltre se, a suo tempo, si è preso l’impegno di conferire adeguatamente l’incarico alle varie associazioni locali affinché il servizio di manutenzione venisse regolarmente svolto, oppure se questo progetto è un’altra cattedrale nel deserto per comprare qualche voto qua e là”.

“Nello specifico voglio parlare del cimitero di Gragnano, dove sono presenti due inutili cancelli in quanto al di là degli stessi vi sono sterpaglie e manca la strada, non sono stati costruiti i Colombari ed è stato costruito un muro che potrebbe mettere in pericolo la stabilità del santuario che c’è sopra.  Alcuni muri presentano poi crepe piuttosto evidenti. Le crepe – conclude Zappia – sono nell’attuale amministrazione comunale dove i fiumi di parole rischiano di spazzare via quel poco di buono che è ancora rimasto sul territorio. Presenterò un’interpellanza in merito”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.