Al Pd di Capannori l’ex governatore Vannino Chiti per parlare di pace in Ucraina

Proseguono gli incontri con la cittadinanza del partito locale legati al conflitto in corso in Europa

Continuano i momenti di confronto e di approfondimento del Partito Democratico di Capannori, in relazione alla guerra in Ucraina e alle sue ripercussioni nei rapporti politici ed economici sul resto del mondo.

Dopo l’incontro del 14 marzo con il professor Simone Paoli e la segretaria regionale Simona Bonafè, dopo averne parlato con e tra gli iscritti nella riunione del 13 aprile, il partito capannorese ha organizzato per martedì (7 giugno) alle 21,15 in via Don Aldo Mei nello spazio all’aperto di fronte alla sede del Pd di Capannori un incontro con Vannino Chiti sul tema Crisi in Ucraina: la guerra le armi e la politica.

Vannino Chiti, ex presidente della Regione Toscana e già senatore della Repubblica assieme a Rosy Bindi ha lanciato in questi giorni da Firenze un movimento per creare le condizioni per dire no alla guerra e per fermare l’escalation militare che dall’aggressione russa all’Ucraina sta investendo il mondo con la minaccia delle armi nucleari.

Un confronto che ha lo scopo di far incontrare le varie sensibilità presenti nella società affinchè possano essere individuati ed aperti spazi concreti di azione per fermare un massacro socio-economico che nessuno poteva pensare si ripresentasse così minaccioso nella nostra epoca.

All’incontro aperto a tutta la cittadinanza parteciperà anche il sindaco di Capannori, Luca Menesini.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.