Villa Basilica, l’ex cartiera Nardi diventa museo con i fondi Pnrr

Dalla Casa dell'identità alla biblioteca diffusa: ecco tutti i progetti

Come ormai noto oltre due milioni e mezzo di euro di fondi Pnrr sono stati destinati al Comune di Villa Basilica che, insieme alle amministrazioni di Camporgiano e Fabbriche di Vergemoli, ha presentato la progettualità più finanziata di tutta la Toscana. La proposta di Villa Basilica, Camporgiano e Fabbriche di Vergemoli, infatti, ha raggiunto il dodicesimo posto tra i 54 progetti presentati da aggregazioni di più Comuni: una conferma, dunque, della forte sinergia tra gli enti.

Per Villa Basilica uno dei più importanti progetti è quello che prevede il restauro della ex Cartiera Nardi per trasformarla nel Museo di sé: qui troverà spazio un percorso inclusivo che illustrerà la storia della cartapaglia e il passaggio dalla produzione artigianale a quella industriale

“Non possiamo che esprimere tutta la nostra soddisfazione e il nostro orgoglio per aver ottenuto finanziamenti così importanti, grazie al Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) – commentano il sindaco Elisa Anelli e il vice sindaco Giordano Ballini -. La sinergia coi Comuni di Camporgiano e Fabbriche di Vergemoli è stata premiante e ci consentirà di realizzare alcuni interventi importantissimi per il tessuto sociale, culturale ed economico dei nostri territori. Il nostro è il progetto più finanziato della Toscana e fra quelli di aggregazione di più Comuni è arrivato 12esimo sui 54 presentati: un risultato significativo che conferma la validità della nostra proposta per la rigenerazione dei piccoli borghi storici”.

Gli interventi. Grazie ai fondi del Pnrr saranno realizzate molte opere e progetti che andranno a beneficio di tutto il territorio di Villa Basilica. Uno dei più importanti è quello che prevede il restauro della ex Cartiera Nardi per trasformarla nel Museo di sé: qui troverà spazio un percorso inclusivo che illustrerà la storia della cartapaglia e il passaggio dalla produzione artigianale a quella industriale. Saranno inoltre installati pannelli dotati di Qr-Code, con funzione di audio-video-guida, leggibili con il proprio smartphone e fruibili anche dalle persone con disabilità. Il nuovo museo sarà arricchito anche di uno spazio bar, con piccola cucina, e di locali per la consumazione di cibi e bevande. Tutto l’edificio sarà a basso impatto ambientale e utilizzerà energia di fanti rinnovabili.

 

Nella piazza principale di Villa Basilica, inoltre, sarà aperta la Casa dell’identità: nell’edificio che oggi ospita le associazioni locali sarà allestito uno spazio polifunzionale e inclusivo dedicato alle attività culturali e ricreative, in grado di conservare e tramandare la memoria e l’identità villesi. Saranno realizzate la mappa di comunità, con una banca dati multimediale, e quattro postazioni di coworking: la sala, inoltre, sarà collegata con il sistema bibliotecario provinciale. Al via anche la biblioteca “diffusa”: un’iniziativa per promuovere la bellezza della lettura, permettendo a tutti di prendere in prestito libri con facilità.

Nelle attività commerciali del territorio, infatti, saranno collocati scaffali con i libri a disposizione e le istruzioni per consultare il catalogo e per prendere in prestito il volume scelto. Grazie ai fondi del Pnrr, inoltre, sarà implementata la formazione musicale, grazie alla sinergia tra la Società Filarmonica Mascagni di Camporgiano e il gruppo musicale Martini di Villa Basilica: sarà creata una scuola permanente, con corsi di durata annuale, che introdurrà i giovani alla musica.

 

Previsti anche interventi rivolti a favorire il ripopolamento delle frazioni: dalla strategia delle case al prezzo simbolico di 1 euro per attrarre nuovi residenti, fino a dimore a canone agevolato per artisti e giovani coppie, da realizzarsi tramite la ristrutturazione della Casa delle Suore.

 

Sarà potenziato anche il settore turistico con la creazione ad hoc di pacchetti all inclusive per promuovere le bellezze del territorio: cruciale, in questo ambito, l’attenzione rivolta all’implementazione dell’utilizzo dei social che permetteranno di raggiungere un pubblico sempre più ampio. Insieme agli strumenti digitali, inoltre, saranno installati nei luoghi più sensibili, totem informativi e interattivi.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.