Picchi e Fanucchi: “Canali invasi da arbusti proprio dove è più alto il rischio subsidenza”

I due ex membri della commissione contro il Consorzio di bonifica

Da qualche settimana ormai lanciano l’allarme subsidenza per il pericoloso abbassamento del livello della falda freatica, ma ora constatano che i loro appelli sono caduti nel vuoto. Liano Picchi e Luciano Fanucchi, rispettivamente ex presidente ed ex membro della commissione subsidenza puntano il dito contro il Consorzio di bonifica.

“Conosciamo quanto la siccità stia creando seri problemi a tutta la nazione – affermano -. Sappiamo anche che nella nostra Piana oltre ai rischi legati all’agricoltura si sommano quelli della falda, già fortemente stressata dai copiosi prelievi delle cartiere e degli acquedotti. L’abbassamento fino ai 3 metri sotto il piano di campagna, e siamo solo all’inizi dell’estate, ha fatto si che si superasse il livello di rischio fissato dalla Commissione Grandi Rischi. Ebbene la stessa Commissione aveva indicato come uno dei rimedi importanti per ripascere la falda quello di immettere acqua in tutte le canalette della piana”.

“Il Consorzio del Bientina – sottolineano – è l’ente che sarebbe deputato a ripulire le canalette e ad immettervi l’acqua che proviene, almeno per ora, dal nostro fiume Serchio. L’immagine che inviamo credo sia più eloquente di molte parole, di come questo inutile ente, almeno a tal scopo, disattenda i propri doveri e anche le più elementari motivazioni che lo spingono a tassarci. Veri e propri arbusti vegetano nel fossato, ostruendolo completamente, e siamo a Paganico, nella zona più a rischio subsidenza e crepacciamenti della Piana, in quanto contigua all’acquedotto e prossima ai prelievi delle cartiere”.

“Il presidente Ridolfi – attaccano -, ormai padrone incontrastato delle acque dall’ex lago del Bientina al litorale, sarebbe bene che ogni tanto ricordasse che il suo interminabile regno è nato a Capannori, e qui potrebbe aver termine, se la gente stanca di esser tartassata, continua ad essere bistrattata. Una volta c’era la commissione subsidenza a controllare e denunciare il mal servizio, ma evidentemente dava fastidio ed é stata cancellata, a chi tocca ora intervenire?”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.