Altopascio, nuovi fondi per le attività dello spazio giovani foto

Il Comune ha ottenuto altri 15mila euro di contributo regionale

Altopascio si aggiudica altri 15mila euro per sostenere le attività dello spazio giovani di via fratelli Rosselli, a partire dal progetto Seconda stella a destra, che, nel 2021, aveva vinto un finanziamento ministeriale di 230mila (primo in Italia) per coinvolgere bambini e giovani altopascesi dai 6 ai 20 anni e renderli protagonisti nel tessuto sociale della cittadina del Tau.

Adesso il progetto potrà compiere ulteriori passi in avanti, grazie al nuovo contributo erogato dalla Regione Toscana. “Abbiamo partecipato a questo bando con il progetto dal titolo …questo è il cammino, ideale continuazione di Seconda stella a destra – commenta l’assessore alle politiche giovanili, Alessio Minicozzi -. E abbiamo ottenuto tutta la cifra richiesta. Il lavoro non è ancora finito: come amministrazione comunale siamo alla continua ricerca di nuovi finanziamenti e bandi per sostenere, sempre di più, un progetto così importante per tutta la comunità”.

A portare avanti il progetto è il Comune come ente capofila, insieme all’Istituto comprensivo di Altopascio, la cooperativa sociale Zefiro e la cooperativa sociale La Luce. L’obiettivo è rendere i giovani protagonisti del loro tempo, costruendo con loro un percorso nel quale imparare l’autonomia, l’indipendenza, combattere la marginalità. I ragazzi, opportunamente formati, sono coinvolti in prima persona, attraverso un tutoraggio alla pari dove i più grandi aiutano i più piccoli. Base di tutto è proprio lo spazio giovani: è qui che prendono vita corsi e attività; è sempre qui che i ragazzi si ritrovano e si formano insieme, gli uni accanto agli altri. che possano rendere protagonisti i giovani altopascesi. “Questa è la casa dei bambini e dei ragazzi di Altopascio – aggiunge l’assessore alle politiche educative, Valentina Bernardini -. Nei mesi scorsi lo spazio giovani di via Fratelli Rosselli è diventato un vero e proprio luogo di ritrovo e di crescita: grande successo hanno riscosso le attività, i corsi e i laboratori organizzati con l’Istituto comprensivo e con la cooperativa Zefiro”. Tra questi, il partecipatissimo corso di street-art, tenuto dai due writer professionisti Federico Bernardini e Enrico Bani, i cui risultati sono ben visibili in paese: all’esterno del centro di aggregazione sono stati realizzati murales, così come è stato riqualificato il muro che costeggia la scuola elementare di Altopascio, che era stata imbrattata con le scritte dei No-Vax. Al loro posto, oggi,  trovano casa colori, bellezza, arte.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.