Notti insonni a Colle di Compito fra urla, bestemmie e gare di motorini

Protestano residenti della piazza del paese e di via Nuova: "Non si riesce più a dormire tranquilli"

A Colle di Compito le notti d’estate non sono più lo specchio dell’oasi di tranquillità che ci si aspetterebbe da una zona collinare del Capannorese.

Lo dicono alcuni residenti della piazza del paese e della via Nuova, la strada che porta alla via per Ruota. Il motivo è presto detto: schiamazzi, con urla e bestemmie, fino a tarda notte, dovute a giovani e giovanissimi che, in sella ai loro motorini, sfrecciano lungo la strada della frazione, superando il limite del rumore consentito. Qualcuno ha anche misurato i decibel, che arriverebbero a superare i 60.

I cittadini, che vivono questa situazione da un paio di estati, hanno interessato della situazione il sindaco Luca Menesini, gli assessori Lucia Micheli e Giordano Del Carlo, la polizia municipale e i carabinieri. Ma la situazione, che va avanti da un paio di estati, non è cambiata.

“Mi sento vicino ad un esaurimento nervoso – dice un residente – visto che non si riesce più a dormire tranquillamente in questa terra di nessuno“.

Un grido d’allarme circostanziato, con tanto di filmati che dimostrano sia il rumore sia alcune angherie da parte di giovani e giovanissimi, che arrivano anche a lanciare nottetempo sassi contro le case. Con la speranza che questo ennesimo

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.