Montecarlo, in migliaia per la 54esima edizione della Festa del vino foto

Donatini: "Un lavoro mastodontico reso possibile grazie alle associazioni del territorio"

Si è chiusa dopo undici giorni di degustazioni, spettacoli, rievocazioni storiche, celebrazioni religiose e rassegne artistiche, la 54esima edizione della Festa del Vino di Montecarlo.

Dopo due anni complicati quest’anno la manifestazione dedicata al vino di Montecarlo, alle sue tradizioni e alle eccellenze enogastronomiche della Valdinievole e della Lucchesia, è tornata in grande stile e senza restrizioni di nessuna sorta. La proposta enogastronomica si è confermata principale motivo di richiamo delle migliaia di persone che hanno raggiunto Montecarlo ogni sera da tutta la Regione, con Piazza d’armi, sede dei banchi e del ristornate gestiti dalle varie associazioni cittadine, costante fulcro della festa.

Grande successo anche per la degustazione sotto le stelle, in piazza Garibaldi, ed ennesima annata da tutto esaurito per il Salotto del Vino e del Verde, l’evento organizzato nel giardino dell’Istituto Pellegrini-Carmignani in collaborazione con i migliori ristoranti del territorio. In vetrina prodotti d’eccellenza come il fagiolo di Sorana, il farro della Garfagnana, il pesce della costa toscana, le patate e le farine della montagna lucchese e pistoiese, il tè di Capannori. Sempre protagonista il vino, con le bottiglie prodotte dalle 12 aziende aderenti al Consorzio Montecarlo Doc.

Non solo enogastronomia, ma anche arte e cultura alla Festa del Vino 2022. La rassegna più importante è stata quella curata dal critico Federico Caloi, in programma alla Rocca del Cerruglio dal 2 al 18 settembre, dal titolo L’arte di Dioniso. Un grande evento internazionale in cui sono state esposte e messe a confronto le opere degli artisti Flavio Bregoli, Giorgio Carezzi, Mario De Sisto, Laura Martucci, Roberto Pasquinelli, Alessandro Priolo. Non sono mancate poi mostre di pittura, documentazioni storiche e rassegne fotografiche, spettacoli e musica dal vivo, le rievocazioni medievali da parte del Gruppo Storico Montecarlese e la processione per la festa della Madonna del soccorso, che si è svolta regolarmente l’8 settembre. Prezioso anche il contributo della Filarmonica G. Puccini di Montecarlo, protagonista con il concerto inaugurale della Festa, l’accompagnamento della processione in occasione della celebrazione religiosa e con il gradevole sottofondo musicale nelle serate del Salotto del Vino e del Verde.

“Il bilancio di questa edizione non può che essere positivo – ha commentato Fulvio Donatini, consigliere delegato al turismo di Montecarlo – non nego che prima della festa c’era un po’ di timore sulle presenze, ma la risposta della gente è stata straordinaria. Come nelle edizioni pre-pandemia abbiamo cercato di garantire un’offerta per tutti i gusti e per tutte le tasche, oltre che una interessante e variegata proposta di intrattenimento, per tutte le età. Un lavoro mastodontico reso possibile da centinaia di persone, il cui contributo è essenziale per la buona riuscita dell’evento. Tutte le associazioni di volontariato, la Pro Loco di Montecarlo, il Centro Commerciale Naturale in collaborazione con il Comune di Montecarlo, l’Ais delegazione di Lucca, la Fisar Delegazione di Montecarlo, il Consorzio dei Vini Doc di Montecarlo. Ringrazio tutti gli artisti e musicisti che si sono esibiti e ringrazio soprattutto tutte le persone che ci hanno dato fiducia e hanno deciso di trascorrere qualche ora del loro tempo con noi. Chiudo ricordando il contest fotografico Montecarlo Way of Life che abbiamo lanciato durante la festa e che si concluderà con l’esposizione delle opere il 2 ottobre. Le foto inviate dovranno cogliere momenti di vita quotidiana del paese e della comunità, tra tradizione e modernità, tra vita del borgo e turismo sostenibile”.

Per partecipare c’è ancora tempo fino al 26 settembre, info e regolamento su montecarloditoscana.it/.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.