Consulta per la disabilità, polemiche da Fdi Capannori dopo il ‘no’ della maggioranza

Il capogruppo Petrini: "Dalla giunta sempre le solite argomentazioni senza fondamento utili solo a bocciare le proposte che vengono da Fratelli d'Italia"

La maggioranza boccia la proposta targata Fdi di istituire una Consulta per la disabilità, interviene il capogruppo Matteo Petrini.

“Per questa maggioranza, per l’amministrazione Menesini – sostiene Petrini –  la nostra proposta di creare una consulta per la disabilità è da considerarsi datata, decontestualizzata. Un doppione, quanto sostenuto dai consiglieri di maggioranza intervenuti, di quanto c’è già“.

“Con queste argomentazioni, che abbiamo smontato punto per punto – interviene Paolo Ricci, coordinatore comunale –  il Partito Democratico e il resto della maggioranza ha quindi deciso di bocciare la proposta di Fratelli d’Italia. Una proposta di merito, che nulla a che fare con le battaglie politiche. Una proposta di buonsenso che, come al solito, viene bocciata per diktat di partito a nostro avviso poco comprensibili”.

“La proposta, infatti – continua Petrini – non può ritenersi né decontestualizzata né un doppione di quanto già messo in atto dall’amministrazione. Perché è vero che esiste un tavolo di lavoro. Ma questo tavolo di lavoro non redige alcun verbale, come a noi riferito in risposta a una richiesta di accesso agli atti. Non può essere decontestualizzata – sostiene Petrini – perché la consulta esisteva già nella precedente amministrazione. Quindi è decontestualizzata solo se la propone Fratelli d’Italia? Se la propone il Pd, è la soluzione a tutto? I consiglieri di maggioranza si contraddicono tra loro: Lencioni ha infatti sostenuto che la consulta esisteva già per volontà delle precedenti amministrazioni, Berti la ritiene una proposta decontestualizzata. Non è decontestualizzata perché permetterebbe anche a chi non fa parte delle associazioni di partecipare. Permetterebbe ai medici di famiglia di partecipare. Permetterebbe di creare qualcosa di utile a tutti e non ai pochi”.

“Non è nemmeno una proposta datata – denota Mirko Piacentini, membro del circolo Fdi Capannori -. O quantomeno, lo è perché presentata nel 2019 e discussa solo oggi. E questo vi dice tutto sul funzionamento del consiglio comunale e del rispetto che questa maggioranza ha per Fratelli d’Italia e l’opposizione”.

“Insomma – concludono i tre esponenti – le solite argomentazioni senza fondamento utili solo a bocciare le proposte che vengono da Fratelli d’Italia. Un modo di fare che non ci appartiene e che combatteremo sempre, per il bene della comunità che siamo chiamati a rappresentare”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.