Logo
Stampa questa pagina

Altopascio, fondi per opere. Si progetta palasport

image1 10Approvata ieri sera (19 settembre) in consiglio comunale ad Altopascio la variazione di bilancio e del documento unico di programmazione 2018/2020 che permetterà all’amministrazione D’Ambrosio di sbloccare risorse utili per la realizzazione di importanti interventi sul territorio comunale. Tra le modifiche più rilevanti rientrano l’inserimento, sul piano delle opere per il 2019, del restauro e della messa in sicurezza di Porta dei Vettori (attualmente chiusa al transito per problemi di natura strutturale) e Porta dei Mariani, per un importo complessivo di 250mila euro. Tra l’altro proprio questa modifica al documento programmatico permetterà all’amministrazione comunale di partecipare al bando del Ministero dell’Interno che finanzia lavori di messa in sicurezza degli edifici del territorio. L’altro intervento che verrà proposto al bando ministeriale, che scade domani (20 settembre), è la riqualificazione generale di via dei Barcaioli per 300mila euro.

Sempre grazie alla variazione, inoltre, la giunta procederà all’affidamento delle progettazioni esecutive per il nuovo palazzetto dello sport e per la nuova scuola media: entrambi gli interventi sono rientrati in graduatoria e hanno ottenuto il finanziamento della Regione Toscana, che nei prossimi tre anni stanzierà i fondi della banca europea degli investimenti dedicati proprio all’edilizia scolastica (oltre 3 milioni di euro per il palazzetto e quasi 6 milioni per la media). La graduatoria, infatti, è oggetto di aggiornamenti continui anche in base allo stato di avanzamento della progettazione delle singole opere.
Aumentati, inoltre, i fondi destinati al rifacimento della piazza di Spianate, così come porta il segno più la previsione sulle riscossioni relative agli oneri di urbanizzazione: ad oggi la cifra si aggira sui 774mila euro, oltre 100mila euro in più rispetto a quanto incassato lo scorso anno al 31 dicembre scorso. Si prevede quindi di ottenere da qui alla fine dell’anno 900mila euro di oneri di urbanizzazione, provenienti da ampliamenti e nuovi insediamenti produttivi.
“Ci siamo trovati di fronte a un problema, cioè la chiusura di Porta dei Vettori e la necessità di mettere in sicurezza anche Porta dei Mariani  - spiega il sindaco, Sara D’Ambrosio - E subito ci siamo attivati per trovare la soluzione. Così abbiamo visto che esiste un bando che fa al caso nostro ed ecco perché oggi dobbiamo procedere con una variazione d’urgenza: per partecipare al bando, infatti, è necessario che le opere pubbliche per le quali si richiede un contributo siano inserite in uno strumento programmatico. In generale stiamo procedendo spediti verso una rigenerazione complessiva del nostro territorio: i progetti per le nuove scuole e il palazzetto dello sport stanno andando avanti, prevediamo anche stanziamenti corposi sul piano delle asfaltature e della sicurezza stradale; con la riqualificazione delle Porte del centro storico, unita ai fondi da destinare al restauro e alla ristrutturazione del circuito delle mura medievali, abbiamo inoltre la possibilità di far compiere un notevole salto di qualità al nostro centro paese. A questo voglio aggiungere la nuova piazza di Spianate, che con i suoi 270mila euro ci permetterà di far rinascere la frazione più popolosa del comune, creando un vero centro, un vero luogo di ritrovo, di vita e di aggregazione: nei prossimi mesi avvieremo il percorso di partecipazione e coinvolgimento della cittadinanza per illustrare il progetto preliminare e procedere poi con quello definitivo. I soldi che oggi destiniamo ai progetti definitivi/esecutivi di palazzetto e scuola media saranno poi recuperati con il bando regionale/fondi Bei, visto che nei contributi è previsto anche il rimborso per le spese di progettazione. Altopascio sta crescendo e sta rialzando la testa: gli oneri di urbanizzazione, derivanti quasi interamente dagli insediamenti produttivi (nuovi o ampliamenti) ne sono la dimostrazione. Ecco, in tutto questo vorrei sottolineare il dinamismo dell’amministrazione e della macchina comunale: a problema emerso si lavora per cercare la soluzione migliore per tutti, in un confronto costante ed efficace”.

Ultima modifica ilGiovedì, 20 Settembre 2018 11:56
Developed by Note.it.