Menu
RSS

Cei: "Distribuzione dei fondi ai paesi Ue, ecco come funziona"

lidocei2Fondi europei ai paesi dell'Unione, ecco come funziona la distribuzione. A spiegarlo è Lido Cei, ad di Idea Service, azienda che si occupa dei finanziamenti alle imprese.
"Chi decide quanto dare e quanto ricevere? - dice - Il "dare" si decide sulla base dei trattati da cui è nata l'Unione Europea firmata e accettata da tutti i paesi sulla base del seguente semplice concetto: chi stà meglio aiuta chi stà peggio per favorire la stabilità e la pace sociale.Il bilancio generale dell'Unione è definito in un piano di sette anni e rappresenta l'1% del prodotto interno lordo complessivo ed è sottoposto alla approvazione dell'Europarlamento eletto direttamente dai cittadini europei, cioè da tutti noi. Se un paese taglia il proprio contributo come abbiamo minacciato noi italiani va incontro al 2,5% di interessi di mora".

Leggi tutto...

Senatore Ferrara (M5S) presenta disegno di legge contro la vendita di armi a paesi in guerra

senatoreferraraUn disegno di legge contro la vendita delle armi ai paesi in guerra. È quello che ha presentato il senatore del Movimento Cinque Stelle, Gianluca Ferrara.
"Con gioia e orgoglio - dice - vi informo che ho depositato una legge per vietare che le nostre armi vengano vendute a paesi che si trovano in stato di guerra. Non è accettabile che si continui a vendere armi a paesi come l'Arabia Saudita. Su tale argomento a novembre con il presidente Vito Petrocelli abbiamo tenuto una conferenza stampa a Palazzo Madama, in tale occasione Save the Children ci ha informato che dall'inizio della guerra in Yemen sono morti 85mila bambini. Il nostro paese negli anni passati ha venduto migliaia di bombe all'esercito saudita che le sta usando in Yemen".
"La legge che ho depositato - conclude Ferrara - mira a rafforzare la 185/90, ma prevede anche una progressiva riconversione industriale da uso bellico a civile. È giunto il tempo di iniziare ad uscire da un'economia di guerra e investire in sicurezza, istruzione, sanità e trasporti".

Leggi tutto...

Menesini: assi, dico no a progetto che spacca paesi

IMG 4578Il progetto degli assi viari presentato da Anas ieri (31 gennaio) a Firenze "squarcia in due i paesi centrali della piana senza nemmeno liberarla dai tir (Viale Europa di Marlia in primis). Per non parlare di San Pietro a Vico, San Cassiano e Antraccoli". Il sindaco di Capannori, Luca Menesini, insiste e entra nel dettaglio spiegando quali sono i motivi che lo hanno indotto ieri a definire uno "schifo" il progetto, venendo poi bacchettato sia dal consigliere regionale del Pd Stefano Baccelli che dal sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini. Menesini lo fa spiegando di "fare il sindaco di tutti i cittadini". "A loro rispondo, questo è il mio dovere - spiega Menesini -. Pertanto con me ci prenderà 10 chiunque pensa di poter trattare Capannori e la Piana come territori di serie B. Come sindaco di Capannori e presidente di Provincia ho il dovere di tenere uno sguardo policentrico, che tiene insieme tutti.  Fra una settimana potremo mostrare il progetto definitivo di Anas ai cittadini e vedremo chi ha ragione. Io sono pronto, come sempre non parlo politichese e dico le cose come stanno. Come si può dire che accoglie le istanze del territorio? Siamo fermi in maniera inequivocabile al 2014". 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter