Menu
RSS

Rifiuti a Capannori, nasce il Portale del cittadino

portalecittadinoUn Portale del cittadino a portata di tutti, nel nome della trasparenza e della responsabilità. È il nuovo servizio di Ascit, grazie al quale le famiglie e le aziende  potranno controllare il numero di ritiri dei sacchi grigi del 'non riciclabile'. Il servizio è stato presentato questa mattina (11 gennaio) dal sindaco Luca Menesini e dal presidente dell'Ascit Maurizio Gatti.

Leggi tutto...

M5S: "Ascit, 1100 aziende hanno diritto al rimborso"

ascit genericaIl Movimento 5 Stelle di Capannori afferma oggi (10 febbraio) che le aziende che hanno i bidoni della raccolta indifferenziata potranno ottenere il rimborso inerente alla parte variabile della tariffa rifiuti puntuale, fin dalla sua attivazione (ovvero dall'anno 2013, ndr) ed anche per gli anni successivi 2014, 2015 e 2016: per sapere come fare è sufficiente richiedere informazioni inviando una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. "Gli amministratori, i consulenti legali e commerciali delle aziende - si legge - verranno messi a conoscenza delle sentenze della Commissione tributaria provinciale di Lucca che certificano quanto da noi affermato e sostenuto. Ricordiamo infatti che la tariffa rifiuti è formata da 2 componenti, la parte fissa (calcolata sui mq anche per le utenze non domestiche) e la parte variabile (calcolata sul numero degli svuotamenti dei bidoni dell'indifferenziata). Accertato che Ascit non si è attenuta alle disposizioni impartite dal Comune, è stato riconosciuto quasi l'azzeramento di quanto pagato. Noi facciamo informazione utile sia alla cittadinanza e sopratutto a chi produce ed investe sul territorio: cose concrete supportate da documenti e non chiacchiere autocelebrative".

Leggi tutto...

Porta a porta: Pietrasanta verso la tariffa puntuale

porta a portaCentinaia di sacchetti per la differenziata prelevati dal centro Ersu con chissà quale destinazione, bidoncini sostituiti in continuazione. Il Comune di Pietrasanta dice basta al consumo ingiustificato di materiali per il porta a porta, all’arbitraria richiesta di contenitori e buste extra. Una misura necessaria, presa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Mallegni, contro quei furbetti che fino ad oggi abusavano di cambi bidoncino e sacchi gratuiti. La cattiva abitudine è stata rilevata nel corso dell’attività di monitoraggio del servizio, che ha evidenziato uno spreco di materiali da parte delle medesime utenze, con l’accaparramento sospetto di sacchetti probabilmente impiegati in altri usi. “Siamo stati costretti a prendere provvedimenti – spiega il vicesindaco Daniele Mazzoni – per tutelare i tanti pietrasantini che si comportano correttamente e che stanno dando un contributo importante all’aumento della differenziata. Se qualcuno pensa che a Pietrasanta paghi sempre 'Pantalone', si sbaglia. La maggior parte dei cittadini non è mai andata al centro Ersu per chiedere niente e non può trovarsi a pagare gli abusi di altri. Abbiamo regalato migliaia di sacchi e decine di bidoncini a pochi furbetti. E’ ora di cambiare sistema”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter