Menu
RSS

Aqua di Lucca, storia e anima della città in un'essenza

Gli ideatori di Aqua di Lucca Gli ideatori di Aqua di Lucca

C'è tutta l'anima della città, dentro Aqua di Lucca. E per accorgersene, basta scomporre, con attenzione, il logo. Quello che in un primo momento sembra quasi un sigillo di un tempo concluso rivela, in realtà, la sintesi dell'identità lucchese. Simbolo dopo simbolo, icona dopo icona. A saltare immediatamente alla vista, la sagoma del Volto Santo, con le sua braccia spalancate e la testa reclinata verso sinistra: è questa l'immagine che più di ogni altra è associata a Lucca e alle comunità lucchesi nel mondo, quella che veniva battuta dalla Zecca sulle monete, e che - non a caso - è la prima a essere percepita anche da chi, distrattamente, si imbatte nel logo di Aqua di Lucca. Mettendo a fuoco, come in un gioco, emergeranno con chiarezza ora l'araldo comunale, ora la torre Guinigi; e poi: la pantera, l'anfiteatro, le Mura, il rosone e la camelia.

logoaquaSimboli che, nella loro sintesi, trattengono la forza del racconto e sono in grado di restituire l'essenza della città, delle sue tradizioni, delle sue architetture. Lo ha capito Giuliano Fanucchi, storico titolare della camiceria Cerri di via Fillungo, quando ha avuto il guizzo di realizzare un profumo che potesse esprimere Lucca a 360 gradi. Un prodotto unisex che è un vero e proprio viaggio olfattivo: "Le note di testa, fresche e aromatiche - spiega Giuliano - vogliono ricordare le limonaie e i giardini delle ville lucchesi. Fanno la loro comparsa, subito dopo, le note di cuore, che con i loro accenti fioriti evocano i fiori e le camelie dell'orto botanico. Infine abbiamo le note di fondo, legnose e marine, che conducono verso i boschi della Garfagnana e le brezze delle spiagge della Versilia". All'eau de parfume, ottenuto attraverso procedimenti rigorosamente naturali, si sono aggiunti, negli ultimi anni, le fragranze per ambiente, le candele profumate e il balsamo dopobarba. Idee che, una dopo l'altra, sono diventate il progetto collettivo della famiglia di Giuliano: della moglie Rossella Cerri e dei figli, Filippo e Silvia. "Il nostro obiettivo - spiegano - è offrire un prodotto di qualità, autentico e perfezionato in ogni dettaglio, specchio della città che amiamo. Non confezioniamo un 'prodotto per turisti', sebbene la risposta in questo senso sia stata importante e abbia saputo anche gratificarci. Ci rivolgiamo, in primo luogo, alle persone che vivono e lavorano a Lucca, che hanno imparato ad apprezzarne le splendide contraddizioni, i colori, le note. E che vogliono portarsi addosso o a casa, in un certo senso, l'anima di questa città". Sì, perché in fondo niente è più immediato di un'emozione olfattiva. Spesso non riusciamo nemmeno a dare un nome a quello che sentiamo col naso, eppure sono proprio i profumi, gli odori, quel non-so-che nell'aria, che sanno condurci lontano nel tempo. Dentro una sensazione trattenuta da un angolo sconosciuto della memoria, al cuore di luoghi che ci appartengono per vissuto o, forse, solo perché mattoncini della nostra personalissima storia di uomini e di donne. "I profumatori per ambiente, a oggi, sono tre: abbiamo la fragranza al lino, quella agli agrumi e quella al melograno, new entry della linea. La coltivazione del lino - spiegano i Fanucchi-Cerri - era molto fiorente, nel Medioevo, a Lucca. Era l'epoca della tessitura delle sete che hanno portato il nome di Lucca nel mondo. La fragranza per ambiente che ne abbiamo ottenuto ha note di testa speziate, note di cuore fiorite e legnose e note di fondo cipriate e ambrate: perfetta per luoghi in cui è richiesta serenità. Invece la fragranza agli agrumi - continuano - vuole riprodurre l'esperienza olfattiva delle limonaie delle ville lucchesi, con note di testa fresche, note di cuore tra il fruttato e il fiorito e note di fondo legnose e ambrate. Infine - concludono - il melograno, mediterraneo e dolce, è la pianta da frutto che, da tradizione, veniva piantata per ogni nascita, come augurio per la vita del bambino o della bambina. E la nuova fragranza trattiene esattamente questo ottimismo e questa vitalità, divenendo perfetta per le stanze in cui si vive la socialità". Una linea rispettosa dell'ambiente, originale, elegante: Aqua di Lucca è, insomma, all'altezza del nome che porta. Può essere acquistata in via Fillungo, alla storica camiceria Cerri e al suo outlet. Ma anche in piazza San Michele, alla farmacia Massagli, e all'erboristeria di via San Girolamo, di fronte al teatro. E ancora: alla farmacia Novelli di Ponte San Pietro, alla farmacia Troilo di Montecarlo e alla profumeria Franca a Lunata. 

Ultima modifica ilLunedì, 11 Marzo 2019 18:37

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter