Menu
RSS

Street food giapponese: a Lucca 'Karē No Kuruma', la scommessa di Stefana ed Elia

Letteralmente significa 'il carro del curry', e in giapponese suona Karē No Kuruma: è stato questo il nome scelto da Stefana ed Elia per mettere alla prova quanto imparato in presa diretta dal cuoco Hirohiko Shoda – noto al grande pubblico per le sue trasmissioni su Gambero Rosso Channel. Un furgoncino giallo, curato in ogni dettaglio, che certo non sarà sfuggito a chi, negli ultimi fine settimana, si è trovato a passare davanti la storica gelateria Angiolino della Santissima Annunziata. La scommessa di Elia e Stefana è iniziata poco prima di Natale proprio lì di fronte. Per il momento, considerate le temperature tutt'altro che miti, Karē No Kuruma è aperto per pranzo. Con l'arrivo della primavera, l'idea della giovane coppia – 34 anni lui, 32 lei – è quella di proporre anche per cena le proprie specialità.

Leggi tutto...

Karté sostiene il banco della spesa della Croce Verde: donati 2400 pacchi di pasta

Ben 2400 pacchi di pasta sono stati consegnati ieri (12 gennaio) alla Croce Verde di Lucca, a sostegno del progetto denominato ‘banco della spesa’: un impegno che vede coinvolti 6 volontari per un totale di 157 famiglie assistite, ogni mese, con almeno un pacco di generi alimentari. È stato questo il regalo che Karté, insieme ai suoi clienti, ha voluto fare al territorio di Lucca: fino al 5 gennaio infatti, nei tre punti vendita – Sant’Anna, San Filippo e Viareggio – è stata presente una grande scatola salvadanaio. Per ogni moneta (di qualsiasi valore) donata, Karté ha acquistato un pacco di pasta che è andato a sommarsi ai 1200 pacchi comprati per l’iniziativa natalizia Un pensiero per gli altri. pacchi2Contate a una a una, le monetine raccolte sono risultate essere 1167: numero che Karté ha deciso di arrotondare a 1200, per un totale, quindi, di 2400 pacchi di pasta.
Presenti alla consegna, che si è svolta di fronte al punto vendita di Sant’Anna, la presidente della Croce Verde di Lucca, Elisa Ricci, la consigliera Giovanna Brugiati e uno dei volontari che si occupa del banco della spesa, Giancarlo De Martino. Con lui, ogni settimana, Antonella, Amal, Fuad, Cristina e Pina. Ma come funziona il progetto sociale del banco della spesa? I volontari della Croce Verde sono sentinelle sul territorio che raccolgono storie. Sono soprattutto loro a identificare i bisogni delle famiglie, ma non solo: spesso anche i servizi sociali comunali o le parrocchie segnalano alla Croce Verde alcune situazioni di difficoltà economica. È così che si attiva un servizio che richiede precisione, equilibrio e attenzione alle esigenze alimentari delle singole famiglie – come, per esempio, quelle con persone che hanno problemi di salute come il diabete. Nei primi due giorni della settimana, i volontari del banco della spesa sono impegnati nella distribuzione: solitamente, sono le stesse famiglie a recarsi alla sede della Croce Verde all’Arancio.
duesIl resto della settimana è dedicato all’inventario e alle iniziative di raccolta di generi alimentari, ma non solo. Sempre in collaborazione con Karté, infatti, lo scorso settembre sono stati donati 400 zaini seminuovi per l’inizio della scuola: zaini raccolti da Karté con l’iniziativa ‘riciclazaino’, che garantiva uno sconto sullo zaino nuovo per gli studenti che avessero portato nel punto vendita il loro zaino usato. “L’attenzione di Karté alle campagne sociali della Croce Verde – evidenzia Elisa Ricci, presidente dell’associazione – è sempre stata alta: anche col loro contributo è stato possibile organizzare due spettacoli, uno al Giglio e uno in San Francesco, di raccolta fondi per istituire una borsa di studio accademica in memoria di Piero Mungai, che mi ha preceduto in questo ruolo e che è venuto a mancare nel marzo del 2018”. I pacchi di pasta raccolti ieri serviranno, fin da subito, anche per sostenere le persone che alloggiano nel modulo appartamento della Croce Verde, attivato a dicembre con 6 posti letto per l’emergenza freddo; così come per aiutare i 6 anziani ospiti della casa famiglia di via del Crocifisso. Una parte dei 2400 pacchi verranno consegnati alle sedi della Valle, dove il servizio di banco della spesa è portato avanti da Enrica a Ghivizzano e da Piero a Castelnuovo.

Leggi tutto...

Usato Apple, Med Store supervaluta con extra bonus fino a 100 euro

Med Store supervaluta l’usato Apple fino al 31 gennaio: oltre al valore del vecchio dispositivo infatti, verrà riconosciuto un credito extra di 50 euro su iPhone e iPad e di 100 euro su Mac. Ora si può avere l’ultimo modello del prodotto preferito a un prezzo più basso: è facile, porta il tuo iPhone, iPad o Mac al negozio Med Store più vicino (a Lucca, in via Veneto), se è idoneo e in buone condizioni, puoi permutarlo direttamente in store e scalare il valore dal prezzo del nuovo dispositivo. Con il programma di permuta*, non solo si smaltiranno i vecchi prodotti, ma si potrà recuperare il valore esistente per compensare il costo dei nuovi acquisti.
Un bel modo di dirgli addio. Su medstore.it/tradein si può avere una stima del valore di permuta* che da diritto a un credito immediato da spendere nei negozi Med Store su qualsiasi prodotto di pari importo o superiore.
Usato Apple Med Store 2Ancora più conveniente
L’operazione supervalutazione dell’usato è valida fino al 31 gennaio 2019 in tutti i negozi della catena Med Store ed è cumulabile con il servizio PagoDil per dilazionare il pagamento del tuo nuovo acquisto in 3, 6, o 10 rate mensili, con il finanziamento tasso zero 20 mesi (tan 0% taeg 0%) e con le offerte in corso.
Benefici
Il programma di permuta Med Store consente di recuperare valore dalle attuali apparecchiature con la certezza che i dispositivi usati verranno riutilizzati in maniera sicura ed eco-compatibile.
Qualità Med Store garantita
Pensi che il tuo dispositivo abbia fatto il suo tempo? Be’, magari ha ancora qualcosa da offrire. Se è in buono stato, Med Store lo metterà in condizione di avere un nuovo proprietario. Dare in permuta* il vecchio dispositivo è semplice come comprarne uno nuovo.
Med Store testa e certifica tutti i prodotti usati per garantire la conformità agli standard qualitativi prima di rimetterli in vendita e offrono una garanzia limitata di un anno oltre alla possibilità di estendere ulteriormente l’assistenza grazie a Med Store Protection Plus.

*La valutazione finale può essere effettuata solo in negozio dai tecnici certificati Med Store. La quotazione visualizzata è intesa per dispositivi funzionanti al 100% privi di difetti estetici e completi della dotazione originale integra e funzionante. Scopri subito se il tuo dispositivo è incluso nella lista dei device permutabili su medstore.it/tradein.

Leggi tutto...

La cucina di Lombardo diventa take away. Nel menu anche piatti di pesce

Chi non ha mai provato gli spaghetti al ragù di carni bianche del Lombardo? Per i lucchesi, dal 1980, sono un vero e proprio must. Uno di quegli argomenti sui quali tutti – o quasi – hanno qualcosa da dire, un'esperienza da raccontare, una sensazione da condividere. Primo piatto di punta del ristorante che da Pieve Santo Stefano si è trasferito, nel maggio 2017, in via Vecchia della Chiesa a Santa Maria a Colle, gli spaghetti al ragù bianco si sono impreziositi, negli anni, con l'aggiunta del curry – composto di spezie che in Italia era difficile da trovare quando la famiglia Lunardini ha avviato l'attività sulle colline. E non poteva spettare che a loro il compito di inaugurare una nuova fase del Lombardo, quella che da stasera (11 gennaio) vedrà i cuochi impegnati nella preparazione di piatti take away. A loro – gli spaghetti – e ai tortelli fatti in casa dalle stesse mani da ben 39 anni: quelli della mamma di Alessandro e Francesca, oggi titolari del ristorante aperto dai genitori. E poi selezioni di salumi particolarissimi, come il salame di suino grigio allevato allo stato semibrado, e altri piatti preparati con la cura di una volta. Chi vorrà potrà telefonare al numero 0583.349091 e prenotare i 'classici' del menu di Lombardo, ma anche richiedere, con il dovuto anticipo, la preparazione di piatti fuori menu da portare a casa propria e far bella figura con i propri invitati. “Il nostro obiettivo oggi è un locale sempre più elastico nei confronti delle esigenze della clientela. Per questo – spiega Alessandro, letteralmente cresciuto nella cucina del Lombardo – abbiamo scelto di venire incontro alle tante richieste di piatti da asporto. Senza rinunciare alla tradizione che ci ha resi riconoscibili, abbiamo deciso di sperimentare con l'anno nuovo anche alcuni piatti a base di pesce. Solitamente testiamo le novità facendole assaggiare a tre o quattro clienti affezionati, che vengono ogni settimana da noi. Sono loro – sottolinea – a darmi la misura, a indirizzarmi nell'invenzione di nuove ricette”. Da domani (12 gennaio) al Lombardo anche i pescetariani – così si definiscono le persone che non mangiano carne – avranno soddisfazioni da togliersi: in menu, per adesso, un antipasto, un primo e un secondo. Ecco servita qualche anticipazione: come antipasto, polpo spadellato in crema di patate con olio al prezzemolo; come primo, gnocchi freschi fatti in casa con cozze, fonduta di pecorino e limone; come secondo, filetto di salmone in crema di avocado e broccoli spadellati. Non rimane che augurare, a tutti, buon appetito.

Leggi tutto...

Carrara Nottolini Busdraghi, cresce l'offerta formativa: c'è anche il corso di artigianato per il made in Italy

L’offerta formativa dell'istituto Carrara Nottolini Busdraghi è, da quest’anno, arricchita con il corso professionale 'Industria e artigianato per il made in Italy', un corso idoneo a chi denoti particolari attitudini per l’applicazione pratica delle conoscenze e desideri ideare, progettare e realizzare, con l’ausilio delle moderne tecnologie, prodotti industriali e artigianali che si ispirino alla tradizione locale. Il corso che dopo un biennio comune si articola in due indirizzi ('lavorazioni artistiche di metalli' e 'oreficeria e lavorazioni del legno'), fa perno su molteplici attività laboratoriali; dopo i primi tre anni e il conseguimento della relativa qualifica, consente di ottenere una certificazione professionale aggiuntiva al termine del quarto anno e il diploma di scuola secondaria superiore alla fine del quinquennio. Al momento dell’iscrizione non è vincolante la scelta dell’indirizzo: l’importante è non confondersi fra istituto professionale e istituto tecnico.
Il nuovo curricolo non solo viene incontro alle esigenze del territorio promuovendo due profili professionali finora assenti nell’ambito provinciale, ma consente migliori possibilità di riorientamento a tutti coloro che evidenzino maggiore propensione verso studi più rivolti a contesti concreti come quelli dell’istruzione tecnica, ma che temono di non poter sostenere, sotto il profilo teorico, lo sforzo applicativo che gli istituti tecnici necessariamente richiedono. L’istituto Carrara Nottolini Busdraghi si configura, infatti, come un vero e proprio liceo politecnico a vocazione tecnico-economica e tecnologica, specializzato negli ambiti giuridico-economico (sede Carrara), costruzioni ambiente e territorio (sede Nottolini), agroambientale (sede Brancoli-Busdraghi) e caratterizzato dalla serietà dell’impegno al quale i suoi studenti sono chiamati per poter essere, dopo cinque anni, all’altezza del percorso universitario o lavorativo scelto. Significativi, da questo punto di vista, i risultati a distanza a livello sia universitario sia professionale, evidenziati anche dalle ricerche della Fondazione Agnelli (www.eduscopio.it), i quali mostrano che tutti e tre gli indirizzi si assestano sui livelli più alti in ambito interprovinciale per scuole analoghe, con una situazione di primato per la sede Carrara. Adesso l’aggiunta del nuovo corso professionale offre sbocchi a breve termine per i giovani più a rischio di dispersione scolastica, con la possibilità di conseguire una qualifica già dopo il primo triennio, fermo restando che il diploma quinquennale dell’istituto professionale apre comunque la strada all’iscrizione presso qualunque università.

I percorsi curricolari
All’Istituto tecnico economico Francesco Carrara, attraverso lo studio dell’economia, delle caratteristiche del mondo delle imprese, delle fonti del diritto e delle correlazioni con le sfide del nostro tempo, si pone l’accento:
- su una formazione culturale antropologica e filosofica che sviluppa la consapevolezza del ruolo che gli aspetti giuridici ed economici svolgono nella direzione della società e dei suoi cambiamenti (in particolare nell’indirizzo amministrazione, finanza e marketing);
- sulla dimensione dei nuovi rapporti internazionali di scambio e degli elementi linguistico-comunicativi che li favoriscono (in particolare nell’indirizzo relazioni internazionali per il marketing, grazie all’apprendimento di ben tre lingue straniere - come nei licei linguistici – e alla possibilità di conseguire il doppio diploma italo-francese nell’opzione Esabac Techno);
- sullo studio pratico e teorico delle più recenti applicazioni informatiche e delle norme che supportano la digitalizzazione aziendale e la sicurezza dei dati (in particolare nell’indirizzo sistemi informativi aziendali, anche in virtù dell’insegnamento opzionale di cybersecurity).

All’Istituto tecnico tecnologico Lorenzo Nottolini, attraverso lo studio dell’antropizzazione del territorio, si coniuga la formazione scientifica con la consapevolezza della sostenibilità ambientale, ponendo soprattutto l’accento:
- sugli aspetti matematico-fisici-informatici della progettazione (in particolare nell’articolazione autonoma progettazione tecnico-scientifica presente nell’ultimo triennio);
- sulle competenze specifiche di miglioramento dell’efficienza statica ed energetica degli edifici nell’ottica dell’attenzione al recupero edilizio, alla bio-sostenibilità ed alla prevenzione del rischio sismico (articolazione autonoma riqualificazione edilizia-energetica presente nell’ultimo triennio);
- sulle competenze giuridiche che consentano non solo al professionista, ma anche al semplice cittadino, di sviluppare la consapevolezza delle procedure amministrative che regolano i rapporti sociali (in particolare con l’insegnamento opzionale di diritto nell’ultimo triennio);
- sulle competenze specifiche da possedere per poter accedere, con tirocinio presso studi privati, all’esame di abilitazione per la libera professione di geometra, in quanto unica scuola che consente ancora questo accesso diretto.

All’Istituto tecnico tecnologico agrario Nicolao Brancoli Busdraghi, nel verde delle colline lucchesi a Mutigliano e con l’annessa ampia azienda agraria in cui gli studenti sperimentano tecniche pratiche di coltivazione, la formazione scientifica passa attraverso lo studio dei rapporti produttivi fra uomo e natura. Le attività sono protese in particolare:
- allo sviluppo delle competenze necessarie per organizzare e gestire un’azienda agraria, valutarne beni, diritti e servizi e promuoverne i prodotti con accorte strategie di marketing (in particolare nell’indirizzo produzione e trasformazione dei prodotti);
- al know how indispensabile per avere cura del patrimonio ambientale e per progettare interventi su boschi, parchi e giardini nel rispetto della storia e della cultura locale, degli equilibri idrogeologici e paesaggistici (in particolare nell’indirizzo gestione dell'ambiente e del territorio);
- all’affinamento di avanzate competenze specifiche di produzione e di marketing nell’ambito vinicolo (in particolare nell’indirizzo viticoltura ed enologia).

Nel corso professionale, le cui lezioni si svolgeranno nella sede del rinnovato polo Carrara-Nottolini prospicente via Agostino Marti, lo sviluppo di competenze linguistiche e matematiche di base si affiancherà a quello di specifiche abilità pratiche professionali attraverso esercitazioni di laboratorio già dal primo anno. Si sottolinea:
- al biennio la presenza di un laboratorio di rappresentazioni grafiche, dove grazie al disegno assistito dal computer (Cad) gli studenti apprenderanno gli elementi fondamentali per impostare l’elaborazione grafica di un prodotto;
- sempre al biennio l’elevato numero di ore nel laboratorio di tecnologia, dove sotto la guida diretta di un insegnante tecnico pratico gli alunni si eserciteranno nel trattamento dei materiali, in particolare quello del legno e dei metalli;
- al triennio l’introduzione delle discipline progettazione e produzione e laboratorio di tecnologie applicate, che consentiranno agli alunni di conoscere le novità dei dispositivi intorno a quali ruota la cosiddetta industria 4.0;
- sempre al triennio la presenza di discipline quali tecniche di distribuzione e marketing e storia delle arti applicate, utili per apprendere come il processo produttivo si possa innestare in un contesto storico ed economico che sostenga l’idea progettuale.

La scuola è aperta per un contatto diretto con le strutture nei giorni di seguito indicati: l'Istituto tecnico tecnologico Lorenzo Nottolini e Istituto professionale Polo Carrara-Nottolini (via Barsanti e Matteucci, 136 - Lucca. Telefono: 0583.343217), sabato 12 gennaio dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18; sabato 19 gennaio dalle 9 alle 12; sabato 26 gennaio dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. L'Istituto tecnico economico Francesco Carrara (viale Marconi, 69 - Lucca. Telefono: 0583.955178) domenica 13 gennaio dalle 16 alle 19, venerdì 25 gennaio dalle 17 alle 19. L'Istituto tecnico tecnologico agrario Nicolao Brancoli Busdraghi (via Onacrog/Gallesi, Mutigliano - Lucca. Telefono: 0583.394470) sabato 12 gennaio dalle 15 alle 18, sabato 26 gennaio dalle 15 alle 18. Per conoscere in dettaglio i quadri orari dei vari corsi, è consultabile il sito web della scuola: www.politecnico.lucca.it

 

Leggi tutto...

Winter Sport, 60 bambini sugli sci con l'Asd Sport&Fun: successo per la 15esima edizione

L'Asd Sport&Fun è una realtà sportiva consolidata da quasi 20 anni sul territorio lucchese. Nata nel 2001 dall’idea di due insegnanti di educazione fisica, Marco Di Bene e Maurizio Lenci, si è fin da subito proposta di creare una squadra di istruttori professionisti (tutti laureati in scienze motorie o con patentini sportivi specializzati) che potesse promuovere lo sport non competitivo per tutti i bambini. L’associazione si è specializzata soprattutto per l'offerta nel periodo estivo, con l’attività estiva Summer Soccer, e per quella nel periodo invernale con il Multi Sport e il Winter Sport, corso di sci alpino.
Rientrati da pochi giorni dal soggiorno Winter Sport, i due responsabili - i due professori Marco Di Bene e Maurizio Lenci - si sono resi dispobibili per fare il punto su questa attività giunta al suo 15esimo anno.

Com'è nato il Winter Sport e quali sono i suoi obiettivi?
Partiti praticamente da zero 14 anni fa, siamo entrati in 'punta di sci' nella realtà cittadina che non aveva e non ha ancora sci club o associazioni che organizzano attività di sci alpino. Dopo 7 anni passati nel comprensorio di Sant’Anna a Pelago, da 8 anni ci siamo spostati al Cimone, che garantisce un innevamento più completo grazie agli impianti di innevamento artificiale. Coerentemente con la politica della Sport&Fun, la finalità con cui è stato concepito il Winter Sport è quella di promuovere la pratica degli sport invernali, in particolar modo dello sci alpino, con la speranza che tanti giovani lucchesi trovino nella nostra associazione la gioia di crescere nel divertimento e nello sport in un ambiente professionale e sereno.
Com’è composto lo staff che segue i ragazzi?
Negli anni ci siamo specializzati creando uno staff di istruttori professionisti e con competenze specifiche che garantiscono la capacità di gestire gruppi di oltre 50 bambini sulla neve. Abbiamo stretto collaborazioni con le scuole sci dei vari comprensori che mettono a nostra disposizione maestri federali Fisi che insegnano ai ragazzi a sciare o a migliorare la tecnica per chi è già pratico. Cogliamo l’occasione per ringraziare la scuola sci Valcava Cimone che da 7 anni collabora con noi, in particolare il responsabile Marco Rocchi gestore anche del rifugio Le Polle, sempre pronto ad andare incontro ad ogni singola esigenza dei nostri ragazzi.
La giornata tipo a che ora inizia e come è strutturata?
Alloggiamo in hotel della zona, da 2 anni direttamente sulle piste, all’albergo Cervino. Dopo un’abbondante colazione alle 8, alle 9,30 ci ritroviamo con i maestri di sci che fanno lezione ai ragazzi fino alle 12. Pausa pranzo fino alle 13,30 e poi di nuovo sugli sci con il nostro staff che li porta a piccoli gruppi sulle varie piste a seconda delle capacità indicate dai maestri dopo le lezioni mattutine. Alle 16,30 rientro in albergo dove vengono svolte attività ricreative fino a cena e anche dopo cena.
Com’è andata la 15esima edizione?
È andata benissimo, i ragazzi si sono divertiti tantissimo e siamo riusciti a sciare tutti i giorni nonostante abbia nevicato. I ragazzi erano 61, un numero ormai costante da diversi anni. Tra questi, molti di loro non avevano mai sciato ma alla fine del soggiorno riuscivano a fare anche le piste più complicate. Un ringraziamento a tutto lo staff (Alessia, Cecilia, Federico, Marco, Maurizio, Alice e Natale) che con responsabilità ed entusiasmo ha seguito tutto il gruppo durante ogni fase della giornata facendo vivere ad ogni bambino una vacanza sportiva indimenticabile.
Quali sono i progetti futuri dell’Asd Sport&Fun?
Andiamo per ordine. A gennaio, alla palestra dell'istituto comprensivo Piaggia di Capannori, riprenderà il Multi Sport, un progetto formidabile che porta il bambino a poter conoscere e avvicinarsi a 8 sport che vengono proposti a rotazione nell’arco del mese. Questo per permettergli, quando vorrà farlo, di scegliere il percorso sportivo che più lo soddisfa. Tutti i mercoledì in orario 16-17 e 17-18. Il corso è rivolto a tutti i bambini dai 3 ai 9 anni. A marzo (8-9-10) ripeteremo il soggiorno Winter Sport per un week-end.
In estate 2019 ripartirà il Summer Soccer, l’attività estiva ormai più in voga di tutto il territorio lucchese. Da 20 anni presenti, ogni estate proponiamo attività per tutti i gusti in ambienti sicuri e adeguati. La nostra forza è sempre il nostro staff composto da personale competente e professionale, seriamente selezionato dai nostri responsabili del personale. Vi invitiamo tutti a seguirci sulla nostra pagina Facebook: Summer Soccer Lucca e sul nostro sito www.summersoccer.it
Riteniamo che realtà di questo tipo debbano essere prese in considerazione da parte degli amministratori, in periodi dove l’aggregazione giovanile è sempre piu racchiusa dentro i social network che creano una vicinanza virtuale a scapito di una condivisione reale che invece lo sport riesce a creare. Appuntamento a primavera, quando presenteremo nei dettagli il Summer Soccer 2019.

Leggi tutto...

L'audio libro 'Le Favole di Tippy' subito esaurito dopo neanche tre giorni dalla prima stampa

Le favole di Tippy è un audio libro contenente 13 favole inedite di vari autori, provenienti da ogni parte d'Italia, narrate ed interpretate dall'attrice Silvia Parenti e registrato negli studi del compositore/musicista Gianluca Sibaldi, noto per aver realizzato molte colonne sonore dei film dell'attore Leonardo Pieraccioni e non solo.
L'idea parte a settembre da tre amici: Silvia, Manuele e Beniamino che, davanti ad una pizza, capiscono l'importanza di fare una squadra al fine di realizzare audiolibri di autori emergenti e non.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter