Menu
RSS

Cei: "Distribuzione dei fondi ai paesi Ue, ecco come funziona"

lidocei2Fondi europei ai paesi dell'Unione, ecco come funziona la distribuzione. A spiegarlo è Lido Cei, ad di Idea Service, azienda che si occupa dei finanziamenti alle imprese.
"Chi decide quanto dare e quanto ricevere? - dice - Il "dare" si decide sulla base dei trattati da cui è nata l'Unione Europea firmata e accettata da tutti i paesi sulla base del seguente semplice concetto: chi stà meglio aiuta chi stà peggio per favorire la stabilità e la pace sociale.Il bilancio generale dell'Unione è definito in un piano di sette anni e rappresenta l'1% del prodotto interno lordo complessivo ed è sottoposto alla approvazione dell'Europarlamento eletto direttamente dai cittadini europei, cioè da tutti noi. Se un paese taglia il proprio contributo come abbiamo minacciato noi italiani va incontro al 2,5% di interessi di mora".

Leggi tutto...

Cei: "Internazionalizzazione, l'economia italiana non può prescindere dall'Europa"

lidocei2Europa e processi di internazionalizzazione, interviene Lido Cei, ad dell'azienda Idea Service, che si occupa di finanziamenti alle imprese: "L'internazionalizzazione non è una invenzione dei nostri tempi - dice - Ogni epoca storica ha avuto la sua proiezione internazionale dei commerci, con i limiti epocali dettati dalle scoperte geografiche, dagli insediamenti urbani dalle infrastrutture e dai messi di trasporto disponibili dalla diffusione del baratto o della moneta. Oggi l'internazionalizzazione non ha più limiti territoriali. Alle infrastrutture di trasporto si uniscono quelle digitali, al commercio tradizionale si unisce il commercio elettronico. La finanza ne è la principale protagonista con una rapidità di movimento che nessuna merce può avere. Ma non è tutto oro ciò che luccica, tanto che alcuni protagonisti mondiali fautori della globalizzazione fino a pochi anni fa oggi sono diventati i principali fautori del ritorno ai dazi commerciali, a misure protezionistiche".

Leggi tutto...

Dissesto idrogeologico, M5S: "68 milioni per la Toscana"

giannarelli2Dissesto idrogeologico, arrivano 68 milioni di euro per la Toscana: si tratta della prima parte di finanziamenti previsti per i territori cui è stato riconosciuto lo stato d’emergenza in seguito al maltempo dell’ottobre e novembre 2018. Altri fondi saranno poi distribuiti tramite piani che verranno concordati direttamente tra Stato e Regione. Tutto rientra nel più ampio piano denominato ProteggItalia, una consistente operazione strutturale predisposta dal governo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter