Menu
RSS

Nuove regole (e sanzioni) per la movida a Lucca

movidaluccaMovida, è guerra al degrado notturno e agli schiamazzi. Una guerra che viene recepita in una serie di ordinanze sindacali che avranno valore fino al prossimo 30 novembre. E che prevedono indicazioni e limiti. La fine, questa, di un percorso iniziato praticamente un anno fa nella commissione attività produttive del consiglio comunale, attualmente presieduta da Virginia Lucchesi di Lucca Civica e che adesso dovrà passare al vaglio della Prefettura per un imprimatur definitivo. L'obiettivo è, poi, quello di valutarne l'efficacia a dicembre prossimo, dopo un'intera estate ed autunno di applicazione delle nuove normative.
Il cosiddetto pacchetto estate, varato dall’amministrazione comunale per la gestione della movida in centro storico durante il periodo estivo, è stato presentato oggi (19 maggio) in commissione dali assessori alla sicurezza Francesco Raspini e al commercio Giovanni Lemucchi. "E’ la prima volta - si legge in una nota del Comune - che la città si dota di uno strumento complessivo, strutturato e partecipato attraverso un confronto che è andato avanti alcuni mesi sia con i residenti che con i commercianti e che dovrà servire a conciliare le diverse esigenze in campo, quelle di chi la città la abita con quelle di chi la frequenta nel tempo libero e di quanti in città lavorano".

Leggi tutto...

Par condicio, questa sconosciuta: ecco cosa dice la legge

21-02Par condicio, questa sconosciuta. Una legge, contestabile quanto si vuole, ma che comunque è legge dello stato e che prevede delle limitazioni fondamente alle testate giornalistiche radiotelevisive salvo due articoli, quelli sui messaggi politici ed elettorali sui quotidiani e periodici e sulla diffusione dei sondaggi politici ed elettorali. E su cui si incentra questa nostra puntata della rubrica dedicata alle regole e alla deontologia dei giornalisti.
Un insieme di regole, singolarmente regolamentate per ogni consultazione da un'apposita commissione parlamentare e dall'Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni e monitorate, nella loro attuazione, dai Corecom regionali. Il fine è quello di garantire parità di trattamento fra i vari partecipanti alle consultazioni. In particolare, spiega la norma “i direttori responsabili - si legge nel vademecum dell'Agcom pubblicato nel 2013 - dei programmi, nonché i loro conduttori e registi, devono assicurare in maniera particolarmente rigorosa condizioni oggettive di parità di trattamento, riscontrabili sulla base dei dati del monitoraggio, e devono assicurare ogni cautela atta ad evitare che si determinino situazioni di vantaggio per determinate forze politiche o determinati competitori elettorali”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter

-->