Menu
RSS

Da Terna investimenti in Toscana per 510 milioni di euro in cinque anni

Nel “Piano strategico 2019-2023” prevista la realizzazione di 35 chilometri di nuove linee in cavo interrato e marino e importanti ricadute occupazionali: oltre 120 imprese e 540 lavoratori coinvolti.

Ammontano a 510 milioni di euro gli investimenti che Terna sosterrà in Toscana nei prossimi 5 anni, per lo sviluppo e l’ammodernamento della rete elettrica nella regione. È quanto emerge dal “Piano strategico 2019-2023”, presentato a Milano.

“La Toscana si conferma una regione prioritaria per Terna con un incremento degli investimenti di quasi il 30%” ha spiegato l’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris, che ha poi aggiunto: “Il Piano Strategico per i prossimi 5 anni prevede infatti 510 milioni di euro per una rete elettrica sempre più sicura, resiliente e sostenibile, in grado di rispondere ai cambiamenti che la transizione energetica in atto richiede. Un impegno importante che porteremo avanti proseguendo nel percorso già intrapreso di dialogo e confronto costante con le comunità locali e il territorio.”

Circa 130 milioni di euro verranno destinati a interventi di rinnovo degli asset esistenti e all’implementazione dell’attività di mitigazione del rischio neve, grazie al montaggio dei dispositivi antirotazionali contro la formazione dei manicotti di ghiaccio. Inoltre, gli interventi di sviluppo prevedono la realizzazione di oltre 35 Km di linee in cavo interrato e marino.

Tra i principali interventi previsti: il collegamento elettrico Sa.Co.I.3, Sardegna-Corsica-Italia Peninsulare, che rinnoverà con moderne tecnologie l’attuale cavo marino entrato in esercizio nel 1966; la nuova linea 380 kV Colunga-Calenzano; e il nuovo collegamento 132 kV Isola d’Elba-Continente, che migliorerà l’affidabilità e la sicurezza del servizio elettrico dell’isola.

La realizzazione delle infrastrutture impiegherà oltre 120 imprese e 540 tra operai e tecnici impegnati in attività di cantiere e lavorazioni in fabbrica; a questi si aggiungeranno circa 60 fra professionisti e studi tecnici. Significativa, poi, la ricaduta per attività ricettive, di ristorazione e di servizi presenti nei territori interessati dai cantieri.

Terna in Toscana gestisce 5.673 km di linee elettriche in alta e altissima tensione e 57 stazioni elettriche, impiegando 210 persone.

Leggi tutto...

Cgil: "Interruzione di gravidanza, preoccupa accordo fra Asl e forum dei diritti delle famiglie"

medici ospedaleL’accordo siglato tra le azienda sanitarie della Toscana e il Forum toscano delle associazioni per i diritti della famiglia preoccupa la Cgil Toscana innanzitutto per "l’indebita ingerenza nel percorso Ivg”. "Oltre alla concessione di un cospicuo finanziamento di 195.000 in tre anni - spiega il sindacato in una nota - ci chiediamo a che titolo, nei consultori e nei percorsi di interruzione volontaria di gravidanza, intervenga un'associazione che nel suo statuto contempla, fra le proprie finalità: la promozione e la salvaguardia dei valori della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio in conformità al dettato costituzionale ed afferma il diritto fondamentale di ogni essere umano alla vita ed al rispetto della propria dignità, dal concepimento alla morte naturale".

Leggi tutto...

Pugilistica quinta in Italia: “Serve una palestra”

  • Pubblicato in Sport

pugilisticaluccheseLa Pugilistica Lucchese si piazza alla quinto posto assoluto su oltre novecento palestre affiliate in tutta la penisola. Dalla stagione 2006 è stato un continuo scalare posizioni (nel 2017 si era posizionata al 15esimo posto, seconda in Toscana). Un'annata sportiva ricca di risultati ma anche di contenuti che fanno del solidalizio lucchese una delle eccellenze dello sport cittadino.
Nonostante le difficoltà per la ricerca di una nuova sede dopo lo 'sfratto' ad opera della Lucchese i risultati non mancano: dal settore giovanile in cui è la seconda forza in Italia anche in questa stagione (da oltre un decennio stabilmente partecipa alla finale nazionale con tanto di titoli italiani: Riccardo Cammarota e Leonardo Monselesan, Edoardo e Matilde Cammarota, Sasha e Matteo Mencaroni) al settore amatoriale con tanto di titoli italiani (Martina Morotti e Santi Nicola ) per arrivare al pugilato olimpico e ai titoli italiani per gli schoolboy Lorenzo Frugoli e Samuele Giuliano (Mondovì nel 2017) ma in precedenza anche Lorenzo Bardazzi, Samuele Giuliano (Roma nel 2018 con il titolo junior dei 75 chili), due campioni italiani universitari elite (Francesco Pennesi nei pesi massimi a Messina) e Marvin Ademaj (sempre nei massimi nel 2018) con Filippo Rimanti medaglia d’argento nei 75 chili. E ancora la carriera prima con la canottiera e successivamente da professionista di Paolo Gassani, le imprese da dilettante di Marvin Demollari e Nicola Henchiri ora professionisti in piena attività e tutti i successi ottenuti nei vari campionati regionali, interregionali, nei trofei sia regionali che nazionali, nei campionati assoluti.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter