Blitz in pineta di ponente: pusher in manette

Doveva già scontare una pena per lo spaccio a Viareggio

Ancora droga nella pineta di ponente.

I carabinieri di Viareggio hanno effettuato un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, i militari dell’arma hanno notato un uomo che si era addentrato in una zona della pineta fitta di vegetazione.

Dopo aver seguito alcuni movimenti sospetti i carabinieri della stazione di Lido di Camaiore hanno fatto scattare il blitz e lo hanno bloccato. Sottoposto a perquisizione i militari lo hanno trovato in possesso di numerose dosi di cocaina per un peso complessivo di 30 grammi circa, di ulteriori 30 grammi di hashish, di una bilancina di precisione per la pesatura della sostanza e di 800 euro in banconote di vario taglio, ritenuto provento dell’attività di spaccio.

A questo punto, il pusher è stato portato in caserma e arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di Said Jarmouni, 20enne di origine marocchina, in Italia senza fissa dimora, già noto alle forze di polizia.

Inoltre, nel corso delle operazioni di identificazione è emerso che nei suoi confronti pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di Lucca per il reato di spaccio di stupefacenti, commesso a Viareggio nel corso dell’estate 2019, che è stata eseguita assieme all’arresto in flagranza.

Al termine, dunque, i carabinieri hanno condotto il giovane al carcere di Lucca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.