Antico Caffè delle Mura, ieri nel locale il nuovo gestore del ristorante. Barsotti: “Non stravolgeremo niente del locale”

Il concessionario rassicura sul futuro: "Menu ricercato per il ristorante. Ci sarà anche il sushi fatto con prodotti di qualità"

Pronto ad alzarsi a marzo il sipario sul nuovo Caffé delle Mura, intanto cresce la curiosità intorno al nuovo gestore. Che ieri ha potuto vivere gli ambienti storici del locali.

Ieri (24 gennaio), infatti, il nuovo gestore del ristorante della struttura era presente alla serata dedicata interamente alla musica jazz. Nella cornice dell’Antico Caffé ad esibirsi per gli ospiti la band Lara Leonardi quartet, a rinnovare la sinergia che caratterizza le serate del locale con la presenza di band selezionate dal circolo del jazz di Lucca.

Il nuovo proprietario è stato tenuto ‘in disparte’, per salvaguardare la sua privacy dopo le numerose polemiche che si sono scatenate tra i cittadini lucchesi, una volta che si è sparsa la notizia che l’Antico Caffé delle Mura sarebbe stato acquistato da un noto manager di origini cinesi.

I fratelli Barsotti tendono a precisare che presto saranno pronti a fare chiarezza sulla nuova avventura che sta intraprendendo il locale e che, in una conferenza stampa dedicata alla presentazione del nuovo manager, risponderanno e rassicureranno i lucchesi preoccupati di vedersi soffiare un pezzo di storia della propria città.

Sauro Barsotti, però, anticipa alcune informazioni sul nuovo progetto in cantiere che prenderà ufficialmente il via ai primi di marzo, ma soprattutto risponde a tutte le persone che si sono indignate nei commenti di Facebook.

“È più di un anno che lavoriamo incessantemente per dare un assetto diverso e migliorativo a tutta la struttura – dice Sauro Barsotti – Abbiamo fatto un’indagine di mercato cercando un partner tra i lucchesi e per vari motivi non siamo riusciti a raggiungere un accordo che ci potesse soddisfare, per un progetto che assicurasse al locale un florido e duraturo futuro”.

Si è creata molta curiosità da parte dei cittadini e stampa sul nuovo manager cinese che ha acquistato il locale, il fatto inoltre che sia stato oppportunamente tenuto ‘nascosto’ nella serata di ieri, pur presente, aumenta ancora di più l’alone di mistero intorno a questa persona: “Eravamo alla ricerca di una persona che avesse determinate caratteristiche di professionalità, onestà e garanzia. Abbiamo conosciuto questo manager tramite amici comuni, lavora da molto tempo nel nostro settore, collabora con numerosi ristoranti toscani e possiede dei locali che si distinguono per la qualità delle portate di pesce. Il Caffé delle Mura si distinguerà ancora di più nella qualità del menu che presenteremo ai nostri clienti. Sarà un menù ricercato basato principalmente su piatti tradizionali a base di pesce, ma non mancheranno alternative di carne di primissima scelta“.

“Ci sarà anche spazio per il sushi, voluto dal nostro partner – precisa Barsotti – ma sarà un sushi realizzato con materie prime di qualità che si distingue nettamente rispetto ad altri ristoranti della zona”.

C’è ottimismo verso questo nuovo progetto da parte della proprità, sicura che il locale possa ottenere una nuova giovinezza:
 “Noi della vecchia gestione saremo parte attiva del progetto, di certo non scapperemo con le borse piene di soldi – sottolinea Sauro Barsotti con un sorriso – ma lasceremo la gestione della cucina al nuovo manager. Non stravolgeremo niente di ciò che rappresenta oggi e ha rappresentato in passato il Caffe delle Mura e continueremo con il nostro tradizionale programma musicale e la collaborazione con il circolo del jazz. Anche da un punto di vista strutturale non ci saranno molti cambiamenti. Sostituiremo soltanto alcuni arredi con altri più funzionali, ma gli ambienti tradizionali rimarranno integri”.

Dalle parole di Sauro Barsotti si nota anche una certa delusione per le polemiche che si sono susseguite quando si è diffusa la notizia dell’ingresso di un manager cinese nella proprietà del locale: “Il lucchese va convinto e forse nel diffondere la notizia abbiamo peccato di ingenuità. Mi duole constatare però come la polemica si sia sviluppata e sia stata portata avanti dalla politica. Una politica becera che in certe occasioni si spinge addirittura all’offesa verso persone di un altro colore, una politica fatta di divisione, che aborro. Anche altri locali tradizionali lucchesi sono stati acquistati da investitori esteri. Non ho constatato però lo stesso genere di polemiche per la cessione di un luogo così rappresentativo. Allora mi chiedo, il problema sono le origini cinesi del nostro partner commerciale? Lucca è una città molto tradizionale e conservatrice, forse è anche uno dei suoi punti di forza, non ci sono dubbi però che le novità non sono facilmente digerite”.

Il Caffé delle Mura assumerà personale locale e si avvarrà di prodotti forniti da rappresentanti di zona:
Il locale riaprirà i primi di marzo per tutta la stagione, in questo lasso di tempo effettueremo dei piccoli lavori di manutenzione che effettuiamo ogni anno. A primavera avremmo finalmente un Caffé delle Mura aperto a pranzo e a cena, con la possibilità presto di fare anche le colazioni, fruibile in qualsiasi momento da tutti i cittadini lucchesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.