Centri commerciali naturali, dalla Regione in arrivo 53mila euro

Le risorse andranno a Castelnuovo, Barga e Viareggio

In provincia di Lucca circa 53mila euro per lo sviluppo e la promozione dei Centri commerciali naturali. È stata approvata la graduatoria del bando per l’accesso ai cofinanziamenti regionali per progetti di promozione e animazione dei Centri commerciali naturali. 29 in tutto le domande presentate, 23 quelle ammesse che potranno contare su risorse pari a circa 265mila euro. Tre i progetti che riguardano la lucchesia: Castelnuovo per un totale di 23mila euro; Barga per quasi 17mila euro e Viareggio per 15mila euro.

“Un intervento che ha riscosso un buon successo – ha dichiarato l’assessore regionale alle attività produttive e al commercio Stefano Ciuoffo – e che testimonia la grande vivacità delle reti dei negozi di vicinato che svolgono un’importante funzione in tanti piccoli centri, non solo a livello economico ma anche per gli effetti sociali sulle piccole comunità in grado di affrontare la sfida delle abitudini di acquisto dei clienti del nuovo millennio. Tutte le azioni messe in atto in questi anni per sostenere queste realtà si sono rivelate incisive ed efficaci”.

Al bando, aperto la scorsa estate, potevano partecipare Mpmi in forma associata localizzate in un centro commerciale naturale sito all’interno di comuni con meno di 20 mila abitanti oppure in due o più centri commerciali naturali siti all’interno di due o più comuni di cui al massimo uno con più di 20mila abitanti purché appartenenti allo stesso ambito turistico o ad ambiti turistici contigui. Il costo totale del progetto presentato non doveva essere inferiore a 7mila euro ed il contributo massimo erogabile è del 50% del valore delle spese ammissibili e comunque non superiore a 30mila euro.

Queste le tipologie di spesa ammesse: attività di assistenza tecnica (coordinamento e gestione) al progetto nel limite del 15% del costo totale del progetto ammesso per un massimo di 9 mila euro; acquisto di servizi promozionali e di comunicazione; acquisto di materiali promozionali e di comunicazione; servizi diretti alla clientela in occasione delle manifestazioni; servizi di animazione e intrattenimento; iniziative di fidelizzazione e di direct marketing; materiale che contraddistingua visivamente l’appartenenza di un’attività commerciale ad un centro commerciale naturale nella percentuale massima del 10% del costo totale del progetto ammesso fino ad un massimo di 6mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.