Quantcast

Teatri di tradizione, Del Carlo nel Consiglio di presidenza

Prestigioso riconoscimento per l'amministratore unico del Giglio

Il Teatro del Giglio al vertice dei teatri di tradizione italiani. Giovanni Del Carlo, amministratore unico del teatro cittadino, è stato infatti eletto nel Consiglio di presidenza dell’Associazione dei teatri di tradizione (Atit) che, in seno all’Associazione generale italiana dello spettacolo, rappresenta 24 teatri di tradizione dislocati su tutto il territorio nazionale e capaci di coprire (con una produzione che oltre alla lirica comprende spettacoli di danza, prosa, concerti sinfonici e da camera) un bacino d’utenza di circa 12 milioni di abitanti e che registrano ogni anno oltre un milione di spettatori.

“Accolgo con orgoglio e grande senso di responsabilità – afferma Del Carlo – l’elezione a consigliere di presidenza dell’Atit. Questa elezione è una nuova, fondamentale tappa del lungo percorso compiuto dal Teatro del Giglio negli ultimi anni, percorso fatto di rapporti artistici e co-produttivi intensi e proficui, di scambi culturali e progettuali che hanno portato alla ribalta e accreditato il nostro teatro all’interno della rete dei teatri di tradizione, ossatura fondamentale per il sistema culturale italiano. Il mio impegno nel Consiglio di presidenza Atit sarà quello di contribuire a far crescere sempre più la consapevolezza della rilevanza del sistema teatrale italiano e, in questo quadro, far sì che Lucca e il Teatro del Giglio acquisiscano un ruolo sempre maggiore”.

Il Consiglio di presidenza appena insediatosi, presieduto da Luciano Messi (sovrintendente del Macerata Opera Festival – Arena Sferisterio), è completato da Valeria Told (Fondazione Haydn di Bolzano e Trento), vicepresidente, Corinne Baroni (Teatro Coccia di Novara), Franco Belletti (Ravenna Festival), Francesca Bertoglio (Teatro Fraschini di Pavia), e Anna Maria Meo (Teatro Regio di Parma). Revisore è Andrea Paganelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.