Quantcast

A Capezzano i bambini ‘multano’ gli adulti che non rispettano il codice della strada foto

Progetto con la scuola primaria di Aci Lucca e polizia municipale di Camaiore

A Capezzano Pianore arriva il Comando della polizia della famiglia: i bambini della scuola primaria “rancesco Gasparini, durante l’incontro dei giorni scorsi con Aci Lucca e la polizia municipale di Camaiore, infatti, hanno ricevuto le ‘multine’ con cui sanzionare i genitori, i nonni – e più in generale tutti coloro che si occupano degli spostamenti in auto e in bicicletta – che non rispettano le regole del codice della strada.

Un’intuizione dell’Automobile Club e del comando di polizia municipale camaiorese per insegnare ai bambini l’educazione stradale e per sensibilizzare gli adulti a tenere un corretto comportamento in strada.

Continua, quindi, il tour di Aci Lucca nelle scuole del territorio. “Anche per il 2020 confermiamo il nostro impegno per la sicurezza e l’educazione stradale partendo proprio dai più piccoli – commenta Luca Sangiorgio dell’Automobile Club di Lucca – Formare i bambini al rispetto delle regole della strada significa crescere cittadini attenti e consapevoli. Questa per noi di Aci è una vera e propria missione: il percorso coinvolge i bambini della scuola dell’infanzia fino alla scuola superiore, proponendo, a seconda delle età, attività e letture diverse”.

Cresco Sicuro è un progetto che l’amministrazione comunale porta avanti da molto tempo, grazie alla volontà e alla determinazione di Aci Lucca e alla collaborazione della polizia municipale – aggiunge l’assessore Sandra Galeotti – Nel progetto, che introduce l’educazione stradale sui banchi di scuola, sono coinvolti anche Asl, Sert, oltre agli istituti comprensivi del territorio“.

“L’educazione stradale dovrebbe essere una materia inserita nei programmi scolastici nazionali – chiosa il comandante della polizia municipale Claudio Barsuglia – e non demandata alla buona volontà delle amministrazioni locali. Cresco Sicuro è un progetto importantissimo che coinvolge i bambini e le famiglie».

L’intervento

Gli oltre 20 bambini della 4C hanno imparato le regole dell’educazione stradale, i cartelli stradali e quali sono i comportamenti corretti da tenere a piedi e in bicicletta. Ma non solo: ai bambini sono state consegnate delle “multine” da elevare ai genitori – o ai nonni o più semplicemente a chi è incaricato del loro trasporto – che non rispettano il codice della strada. I piccoli hanno così ricevuto l’incarico di agenti del Comando della polizia della famiglia: a loro il compito di controllare che gli adulti si comportino come si deve e, in caso di mancato rispetto delle regole, sanzionarli con l’apposito ‘multino’. Attenzione particolare all’uso del telefonino alla guida, al corretto utilizzo delle cinture di sicurezza, al rispetto delle precedenze. I compagni delle altre classi, a cui erano già state consegnate le ‘multine’, hanno sanzionato i genitori per eccesso di velocità, guida distratta e mancato utilizzo delle cinture di sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.