Dalla carta a internet, la Chiesa di Lucca punta sulla comunicazione foto

Il vescovo Giulietti presenta il nuovo piano. "In cammino" è il nome scelto con un contest nelle scuole per il settimanale della diocesi

Non solo fare, ma anche comunicare: è questa l’idea della ‘chiesa riuscita’ di Papa Francesco, una comunità cattolica presente nel mondo con opinioni e idee, protagonista sia dentro che fuori i propri confini.

Un obiettivo abbracciato con entusiasmo anche dalla arcidiocesi di Lucca: “Perché comunicare è un dato essenziale della vita ecclesiastica”, afferma l’arcivescovo di Lucca Paolo Giulietti, che oggi (28 febbraio) ha presentato il nuovo piano di comunicazione della comunità diocesana, ispirato alle parole del Papa. Un programma di rinnovamento di tutti gli strumenti informativi, che prende avvio dalla rielaborazione grafica e contenutistica del settimanale Toscana Oggi.

Nasce infatti un giornale più vicino al nostro territorio, sempre più presente e partecipe alla vita comunitaria e diocesana, che da questo primo marzo cambierà la sua testata. Non più Lucca Sette, ma In Cammino: un nuovo nome accompagnato da una nuova grafica, elaborati rispettivamente dal Gruppo dopo cresima della parrocchia di Nave e dal Gruppo giovanissimi dell’Azione Cattolica della parrocchia di San Giovanni Bosco a Viareggio.

Sono infatti loro i vincitori del concorso Un settimanale diocesano più vicino a tutti indetto il 15 ottobre dall’Arcidiocesi di Lucca alle scuole e realtà parrocchiali e associative, per elaborare la nuova testata lucchese: 24 gli elaborati giunti, con il coinvolgimento di circa 500 tra bambini e giovani, valutati da un’apposita giuria. La premiazione è avvenuta ieri sera (27 febbraio) all’oratorio San Giovanni Paolo II di S. Anna, andando anche in diretta Facebook sulla pagina dell’arcidiocesi di Lucca.

Un nuovo nome e un nuovo logo da cui scompare il richiamo alla città: per trasmettere l’idea di una diocesi che appartiene a tutto il territorio, non solo a Lucca. Due novità che s’inseriscono tuttavia in un vasto progetto di rinnovamento del giornale, che cambia le caratteristiche delle pagine e i suoi contenuti, spaziando fra tante tematiche: “Vorremmo che il settimanale diventi una sorta di collante della comunità diocesana, e uno strumento attraverso cui la chiesa di Lucca ha qualcosa da dire alla nostra realtà”, spiega l’arcivescovo Paolo Giulietti. Da ciò deriva la maggiore attenzione ai territori, con tre pagine sempre dedicate a Versilia, Piana di Lucca e Valle del Serchio. Nonché uno spazio per le voci e opinioni, e un ampliamento del numero e della qualità dei collaboratori, per essere sempre più espressione della chiesa di Lucca.

Importante è inoltre il nuovo rapporto con i concittadini in emigrazione: nel giornale si troveranno anche le loro storie e il loro punto di vista su ciò che accade nei loro paesi. Una sorta di piccolo osservatorio globale, realizzato con la collaborazione dell’associazione Lucchesi nel Mondo e con la sua presidente Ilaria Del Bianco, che ringrazia: “Vogliamo rimarcare l’importanza della comunicazione con i nostri conterranei all’estero, che sono parte integrante della comunità lucchese. Perciò l’operazione dell’arcidiocesi è importante, contribuendo a quello che è da sempre l’obiettivo di Lucchesi nel Mondo: stabilire e mantenere un collegamento fra Lucca e i conterranei – spiega la Del Bianco – Sono contenta della collaborazione, perché la nostra associazione s’ispira da sempre nel suo statuto ai principi cristiani: io stessa fin dall’inizio del mio mandato ho proposto iniziative che ne sottolineassero l’appartenenza a questa comunità”.

Oltre alla testata e ai contenuti, molti altri strumenti sono stati riformulati e rinnovati, per rendere l’arcidiocesi sempre più efficace, presente e al passo con i tempi. Fra di essi una newsletter via mail, il sito internet www.diocesilucca.it e i social network (la pagina Facebook, l’account di instagram e l’account di Twitter). Non mancherà infine un’app della diocesi, che permetterà a tutti di essere in contatto costante con le notizie della chiesa di Lucca.

“Investire nella comunicazione è l’obiettivo della chiesa – afferma Domenico Mugnaini, da luglio 2019 il nuovo direttore di Toscana Oggi – E del nuovo vescovo di Lucca, che mi ha da subito dimostrato di avere molto a cuore la necessità di arrivare alle persone, portando notizie buone-spiega-. Il nostro piano di rilancio, infatti da una parte interviene rinnovando i contenuti, dall’altro agisce sulla promozione”. “Vogliamo aumentare il numero degli associati – continua il direttore – diffondendoci su tutto il territorio diocesano, oltre i confini lucchesi. Anche per questo il cambio della testata, da Lucca Sette a Cammino Comune: per trasmettere l’idea di percorrere un cammino condiviso” conclude.

I vincitori del concorso

Due premi da 100 euro ciascuno sono stati vinti dalla classe terza della primaria di Piazza al Serchio e dalle due pluriclasse della primaria di Careggine, a loro una scatola di prodotti Naturanda (regalati dalla ditta Bartoli). Un premio da 100 euro in buono acquisti da Bocci Carta è andato alla classe V primaria di Sorbano del Vescovo.

Sono due gli elaborati che hanno vinto rispettivamente un premio, il più alto, da 300 euro. Questo perché la giuria ha individuato il nome della testata e la grafica del logo attraverso due elaborati distinti.  Per aver ispirato il nome della nuova testata ha vinto un buono da 300 euro da spendere da LuccaLibri l’elaborato del Gruppo dopocresima della parrocchia di Nave . Per aver ispirato la grafica della nuova testata ha vinto un buono da 300 euro da spendere alla CartoLibreria Checchi di Massarosa l’elaborato del Gruppo Giovanissimi Azione Cattolica della parrocchia di San Giovanni Bosco a Viareggio. La premiazione è avvenuta ieri sera (27 febbraio) all’oratorio San Giovanni Paolo II di Sant’Anna ed è andata anche in diretta Facebook sulla pagina dell’Arcidiocesi di Lucca.

Un po’ di storia

L’arcidiocesi di Lucca ha un organo di informazione a stampa da oltre un secolo. Molti si ricordano ancora L’Esare poi diventato L’Esare Nuovo. Questo nome del settimanale richiamava l’Auser (Esare appunto) cioè il fiume Serchio in latino. La comunicazione attraverso la stampa è passata poi negli anni Settanta a una collaborazione con il quotidiano Avvenire, momento in cui nacque la testata locale Lucca Sette che denominava una pagina settimanale sul quotidiano nazionale della Cei. Il nome Lucca Sette è poi passato, dal 1985, dentro Toscana Oggi il settimanale che le diocesi toscane allora vollero come nuovo e più ampio strumento che travalicasse gli ambiti strettamente diocesani, pur mantenendosi radicati, con pagine apposite, alle singole diocesi, tra cui quella di Lucca.

Ora dall’1 marzo, per quanto riguarda la chiesa lucchese l’avventura con Toscana Oggi continua e si rafforza anche con il cambiamento del nome della testata locale che sarà In Cammino.

Per ciò che concerne il sito internet dell’arcidiocesi di Lucca, dopo una prima esperienza pioneristica della metà degli anni Novanta, nel tempo si è sempre più strutturato di pari passo anche con lo sviluppo che la Cei ha promosso negli anni sulle nuove comunicazioni e, come è ovvio, con l’evolversi di internet e delle sue funzioni. Adesso www.diocesilucca.it può contare anche su una rete piuttosto efficace di spazi interni e sotto-siti che afferiscono ai vari settori della pastorale (pastorale giovanile, Caritas…) e delle proposte culturali (Archivio storico diocesano eccetera).

Collegate alle attività del sito ci sono i social di cui la diocesi si è dotata dal 2012 (la pagina Facebook ha 2960 likes, l’account Twitter 1057 followers, l’account Instagram 660 followers).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.