Rifiuti, ecco le regole di Ascit per la sicurezza degli operatori

Sacchi ben chiusi e non danneggiati. Guanti, mascherine e fazzoletti di carta nell'indifferenziato

Alla luce dell’emergenza sanitaria in atto su tutto il territorio nazionale e delle disposizioni sulla raccolta dei rifiuti pervenute dalla Regione Toscana, Ascit comunica quelle che sono le corrette modalità di differenziazione dei rifiuti in questo particolare periodo.

Le famiglie in cui un componente è risultato positivo e si trova in quarantena domiciliare obbligatoria, dovranno sospendere la raccolta differenziata e attendere le istruzioni che verranno comunicate da Ascit.

Le famiglie con persone in quarantena obbligatoria senza casi positivi accertati, dovranno continuare a differenziare i materiali, seguendo il calendario di cui dispongono, con i seguenti accorgimenti: gettare i guanti, le mascherine e i fazzoletti di carta nel rifiuto indifferenziato; utilizzare sempre due o tre sacchi  resistenti per l’indifferenziato, chiusi uno dentro l’altro, senza schiacciarli mai; maneggiare i sacchetti e i bidoni utilizzando un paio di guanti monouso da gettare nel successivo sacco del rifiuto indifferenziato.

Ascit precisa che, chi risiede nei Comuni di Capannori e Montecarlo, dove è in vigore la tariffazione puntuale, dovrà utilizzare come primo sacco, un sacchetto qualunque (già a disposizione dell’utente o, in alternativa, quelli in dotazione per il multimateriale), che dovrà poi inserire all’interno di uno dei sacchi con il chip (si usa un solo sacco con il chip per volta).

Le famiglie che non presentano alcun caso positivo, potranno continuare a differenziare i materiali come sempre, seguendo il calendario di cui dispongono, ma con alcuni piccoli accorgimenti: per esporre i rifiuti indifferenziati, utilizzare sempre due sacchi chiusi uno dentro l’altro, senza schiacciarli mai. Gettare eventuali guanti, mascherine e i fazzoletti di carta nel rifiuto indifferenziato.

Ascit ribadisce che, anche in questo caso, chi risiede nei Comuni di Capannori e Montecarlo, dove è in vigore la tariffazione puntuale, dovrà utilizzare come primo sacco, un sacco qualunque (già a disposizione dell’utente o, in alternativa quelli in dotazione per il multimateriale) , che dovrà poi inserire all’interno di uno dei sacchi con il chip (si usa un solo sacco con il chip per volta).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.