Promozione, Comune risponde a Confcommercio: “4 milioni a bilancio per il sistema turistico”

L'amministrazione snocciola i dati: "Presenza in calo a giugno, netta ripresa per luglio e agosto"

“Il Comune di Lucca stanzia in bilancio, ogni anno, 4 milioni per il sistema culturale e turistico della città di Lucca e del territorio: di questi, circa un quarto rappresentano le risorse dedicate agli eventi e alla loro promozione”. Risponde così l’amministrazione comunale, con dati alla mano, all’intervento di Confcommercio, la commissione Città di Lucca e Centro commerciale che lamentava una scarsa promozione degli eventi cittadini a fini turistici.

“I dati parziali attualmente a disposizione relativi ai flussi turistici – dice il Comune – quelli registrati al Punto di accoglienza turistica di piazzale Verdi, parlano di un fortissimo contraccolpo registrato a Lucca, non diversamente dalle altre città d’arte, relativamente al mese di giugno. Nel mese di luglio e nelle prime settimane d’agosto la tendenza tuttavia si inverte e si registrano aumenti di presenze, sia straniere che italiane.

“Sul sito istituzionale https://www.turismo.lucca.it/ – prosegue la risposta – gli eventi sono stati aggiornati costantemente e in tempo reale, anche in periodo di lockdown e maggiormente adesso, con la ripresa delle attività. Il calendario eventi in particolare ha un banner ben in evidenza, in home page. Valutando che le iniziative che sono ripartite e quelle più gettonate sono le visite guidate, è stata creata una sezione a parte che viene aggiornata settimanalmente, più altri articoli che evidenziano le iniziative principali che vengono comunicate. Le news vengono aggiornate un paio di volte per settimana. L’ultimo articolo è di lunedì e riguarda il Ferragosto“.

“Sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/LuccaTurismo/ – risponde ancora il Comune – oltre alla promozione del territorio, c’è un calendario completo degli eventi “social” che viene aggiornato quotidianamente. Il Comune ha aiutato le guide nella ripresa, attraverso l’organizzazione di un programma di visite guidate e con alcune di esse è stata anche attivata una collaborazione per la produzione di contenuti web. Gli uffici forniscono puntualmente al mensile Toscana Tascabile informazioni aggiornate su tutti gli eventi, sui social collaborano anche con la pagina regionale Visit Tuscany fornendo mensilmente contenuti e, recentemente, con una pagina di promozione nazionale. Oltre alla pubblicazione diretta, viene fatta anche attività social intervenendo sulle pagine di altri soggetti accreditati. Ci sono poi i canali della cultura: il padlet musei è in bella vista sul sito del turismo con un banner in home page, accanto al calendario eventi. Con le tv la ripresa è stata più veloce del previsto e il Comune ha già collaborato alla produzione di due programmi televisivi (uno spagnolo e uno italiano); uno olandese approderà in città la prossima settimana. Sul fronte della stampa, l’amministrazione sta costantemente collaborando con blogger e giornalisti: l’ultimo, martedì scorso, ha richiesto materiale per servizi per la stampa statunitense che riguardino il turismo attivo per un pubblico medio alto che cerca soggiorni di almeno una settimana sul territorio”.

“È in atto una collaborazione con la rivista That’s Italia – prosegue la nota – per la promozione annuale, che abbiamo dovuto rimodulare sull’effettiva scarsità di eventi. L’ultimo servizio, sul Settembre lucchese, puntato sulla storia del Volto Santo e sulle celebrazioni del 950esimo della cattedrale. Nell’articolo precedente (di 10 pagine) sono state promosse il verde e le colline lucchesi. Su Itinerari e Luoghi (240mila lettori) il Comune è uscito, gratuitamente, con un articolo su itinerari nel verde”.

“Tutti questi – è il commento del Comune – sono dati certi, non impressioni delle quali è particolarmente ricco il comunicato di Confcommercio; dati e risultati ottenuti attraverso un lavoro costante e con notevoli risorse economiche dedicate. Il momento è di comprensibile difficoltà, ma Lucca è ripartita, e traina il suo territorio. Le attività del centro storico godranno peraltro dei vantaggi previsti dall’ultimo decreto del governo, essendo Lucca ricompresa fra le 29 città d’arte in base al rapporto fra flussi turistici e residenti: segno ulteriore, questo, di quanto sia cresciuta la città. L’amministrazione ritiene assolutamente utile il confronto e la collaborazione fra enti, associazioni, soggetti pubblici e privati del settore. A questo riguardo non dovrebbe essere passata inosservata l’iniziativa intrapresa con le Fondazioni bancarie, volta al coordinamento degli eventi e della loro promozione. Si tratta di un passaggio, questo, ‘storico’, si passi il termine un po’ pomposo, ma che vuole significare che mai prima nessuna amministrazione comunale aveva intrapresa un’iniziativa di questa portata, che finalmente convoglierà idee e risorse verso un obiettivo comune e di sistema”.

“Bene – conclude l’amministrazione comunale – di questo saremo lieti di parlare anche con Confcommercio, con la sua commissione città di Lucca e con il Centro commerciale, quando riceveremo una richiesta ufficiale d’incontro – così si fa fra istituzioni – e non a mezzo stampa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.