Il River Pieve riparte. Mister Micchi: “Non diamo nulla per scontato”

La squadra ha rinnovato completamente attacco e difesa

La preparazione a Piegaio apre la stagione della River Pieve, sotto al guida dell’allenatore Edoardo Micchi.

Mister con lei questa squadra in tre anni è passata dalla Prima Categoria alla Promozione. Non c’è due senza tre…

“L’asticella si è ulteriormente alzata. Sarà un campionato difficile con piazze importanti. Anche il livello del campionato scorso in Promozione era alto ma questo lo è di più. Quest’anno non abbiamo potuto fare la consueta festa della bistecca e anche questo contributo economico è venuto meno. Cercheremo di salvarci soffrendo il meno possibile”.

E nelle ultime annate avete sempre fatto fede ai pronostici.

“Ma nel calcio non c’è niente di scontato. Quando abbiamo vinto la Prima Categoria non eravamo l’unica pretendente, lo scorso anno c’erano diverse squadre che ambivano. Per tornare all’attualità la nostra è una squadra con un età media di 22 anni la ritengo una buona rosa in grado di salvarsi bene. Occorrerà battagliare ogni domenica per oltre 90 minuti”.

Che campionato vi attende.

“Un campionato corto con tante incognite da valutare. Da quello che vedo mi sembrano sulla carta tutte squadre più competitive”.

Tredici nuovi arrivi e due rientri dal prestito. Vi siete rifatti il lifting.

“Attacco e difesa sono completamente nuovi. In difesa è arrivato Riccomini un giocatore classe 95 che mi da affidamento. Leshi viene da due campionati d’Eccellenza alle spalle. Ramacciotti arriva dal Corsanico in Prima Categoria, avrà magari un po’ di ruggine alle spalle ma si porta dietro l’esperienza maturata a Seravezza. Burgalassi è un 2002 e per lui vale la valutazione relativa ai giovani vediamo chi sarà più pronto per giocare nel 3-5-2”.

Perché Petracci è partito.

“Non potevamo soddisfare le sue richieste”.

In avanti Ceceri e Giusti arrivano da due squadre di Promozione.

“Abbiamo tenuto il 2001 Morelli. Ceceri è stato frenato da un brutto infortunio, ha fisico e tecnica per ritornare in un campionato che già conosce, prima aveva fatto benino. Ho l’intensione anche di valutare il ruolo da assegnare a Giusti mi piacerebbe impiegarlo anche da mezzala. E’ un ragazzo interessante, se ha voglia di migliorarsi può far bene. Ai tempi del Ghiviborgo era un fuoriquota, ha temperamento, fisicamente può fare la categoria. Nell’allestire la squadra la nostra prerogativa è stata portata avanti”.

Può illustrarla?

“La qualità prezzo con interventi più contenuti da un punto di vista economico. Sono più che contento, io in questo gruppo ci credo. Ci sono delle prerogative dalle quali non possiamo sfuggire. Dobbiamo prepararci bene, aver la fortuna di avere pochi infortuni, in un campionato con sole 22 giornate. Dovremo assemblarci in fretta. L’auspicio è quello di fare un campionato in zone centrali di classifica ma se ci saranno 3 retrocessioni devi pensare ad arrivare nelle prime cinque posizioni”.

Si vocifera che le retrocessioni possano essere due per girone.

“In questo caso dobbiamo entrare nelle prime otto. Ma allo stato attuale non sappiamo niente. Per noi l’importante sarebbe consolidarsi e poi magari l’anno prossimo cercar di ottenere qualcosa in più. Ma non sarà una cosa semplice”.

Dopo due anni torna ad allenare nel campionato dilettantistico più alto a livello regionale.

“Mi sono rimesso in discussione, dopo una Promozione vinta a Castelnuovo e un esperienza non conclusa l’anno dopo. Non tutti sarebbero ripartiti dalla Prima. Io l’ho fatto per esigenze dettate dal lavoro e con questa maglia avevo chiuso la mia carriera da calciatore. Qui ho tanti amici”.

Ma lei sapeva che qui avrebbe vinto.

“No. Perché anche altre squadre in Prima e lo scorso anno in Promozione erano partite per vincere. La concorrenza non è mancata è chiaro che lo scorso anno il numero della candidate era superiore. E’ vero che le nostre erano ottime squadre ma ce ne erano altre”.

Quali sono le differenze tra la Promozione e l’Eccellenza?

“E’ un campionato più fisico, più tosto, con un livello superiore. Penso alla storia alla tradizione, vedi Massese. Cuoiopelli, Montecatini, Ponsacco. La River Pieve esiste da 15 anni ed è passata dalla Terza all’Eccellenza e per noi è la nostra Serie A. Dobbiamo ancora crescere e questo non puoi farlo in un anno e mezzo”.

Micchi, la sua voglia si tocca con mano.

“Ora ci alleniamo a Piegaio ed i ragazzi di Lucca sono molto contenti, durante l’anno andremo a Villa Collemandina, poi giocheremo a Piazza al Serchio. Questo si è reso possibile grazie all’amministrazione comunale. Era un peccato non valorizzare un campo con una tribuna da 900 posti. Qui ci giocava sono la Terza Categoria, era un impianto un po’ trascurato. Ci sono stati fatti lavori di manutenzione, un nuovo impianto di irrigazione, il manto erboso è veramente bello. Ci faranno sentire a casa nostra, faremo un po’ di strada ma ne vale la pena”.

Come vincere due campionati ed andarsi a scontrare con l’elite del dilettantismo toscano. Non è da tutti ma sarà senz’altro bello esserci.

Rosa River Pieve 2020-21

Portieri: Filippo Tonarelli classe 01 dal Valdinievole Montecatini, Matteo Discini classe 01 dalla juniores dell’Atletico Lucca

Difensori: Damiano Fontana, Simone Riccomini dal Tau Calcio Altopascio, Antonello Ramacciotti dal Seravezza lo scorso anno in prestito al Corsanico, Endri Leshi dalla Cuoiopelli, Alessio Burgalassi classe 02 dalla juniores dell’Atletico Lucca, Andrea Petretti dal Lammari

Centrocampisti: Mohammed Byaze, Francesco Satti, Giacomo Cecchini, Simone Filippi, David Michelini classe 02 dalla juniores dell’Atletico Lucca, Riccardo Fanani rinnovato il prestito con il Castelnuovo Garfagnana classe 01, Valeri Giuliani classe 02 dalla juniores dell’Atletico Lucca, Mattia Ferri classe 01 dal Castelnuovo Garfagnana

Attaccanti: Antonio Ceceri dal Ponte Buggianese, Odoardo Giusti dal Pieve Fosciana, Francesco Morelli classe 01, Marco Ferrari, Davide Rocchiccioli classe 02 dalla juniores del Ghivizzano Borgoamozzano

Staff tecnico

Allenatore: Edoardo Micchi

Allenatore in seconda: Luca Davini

Allenatore juniores: Fabrizio Adami

Preparatore dei portieri: Stefano Rugani

Fisioterapista: Andrea Giannotti

Direttore generale: Diego Pioli

Direttore sportivo: Antonio Nelli e Roberto Bacci

Dirigente accompagnatore: Luca Davini

Organigramma societario

Presidente: Francesco Canozzi

Vice presidente: Luca Bernardi

Consiglieri: Francesco Bertucci, Marino Cavilli, Daniele Fasano, Claudio Fornari, Roberto Tamagnini

Cassiere: Roberto Canozzi

Collaboratore: Mirko Cipollini

Segretario: Stefano Franceschini

Programma amichevoli

6 settembre ore 17 a Pozzi di Seravezza Memorial Fanani

9 settembre ore 21 Folgor Marlia – River Pieve

12 settembre ore 17 Ponte Buggianese – River Pieve

17 settembre ore 17,30 a Borgo a Mozzano Corsagna – River Pieve

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.