I vivai di Picciorana festeggiano 70 anni nel ricordo di Paola Favilla foto

Domani la festa e l'intitolazione alla donna prematuramente scomparsa nel 2019

Ci sono storie che hanno una fine, e ce ne sono altre che hanno come punto di rinascita proprio quella stessa fine. E perché questo? Perché chi ne è stata protagonista, ha investito e donato così tanta energia, amore e passione in ogni scelta e in ogni azione compiuta e sospinta, che da quell’energia, nonostante sia sopraggiunto il termine di vita, ha continuato a crescere e a rigenerarsi: nelle scelte, nelle azioni e nelle persone che hanno mantenuto una promessa fatta.

Stiamo parlando di un luogo non qualsiasi, il luogo della “rigenerazione” per eccellenza, un vivaio. L’azienda che a Picciorana di Lucca, stagione dopo stagione, è arrivata quest’anno a compiere 70 anni di storia e che da oggi porta il nome di Paola Favilla, donna e imprenditrice coraggiosa, prematuramente scomparsa nel 2019, amata e stimata in tutta la Lucchesia e ovunque l’abbiano conosciuta (in Italia e all’estero). Settanta anni di esperienza e solida professionalità per le migliori soluzioni di verde per tutti i giardini, pubblici e privati, che con orgoglio portano e porteranno il nome di Paola Favilla.

Alberi, alberi da frutto, piante, fiori, progettazione degli spazi verdi e manutenzione accurata, da quest’anno, tra l’altro, anche rivendita di fiori e decorazioni floreali grazie alla collaborazione interna con Petalia, e Clinica Verde, per curare tutte le piante che stanno male.

Paola ha ereditato i vivai da suo padre, Marino Favilla, e ha contribuito a far crescere l’azienda familiare fondata dal nonno nel 1950. Ha riversato in essa le sue visioni, lo spirito imprenditoriale e un grande senso di squadra, in sinergia con Enza Ratti, direttrice dei vivai, che con determinazione e competenza conta proprio quest’anno 40 anni di dedizione all’impresa, insieme a tutta la squadra dei workers.

Nel “cuore verde” dei vivai, due anni fa, è fiorito inoltre uno spazio speciale ed unico sul nostro territorio: Greenheart, quasi un teatro naturale che unisce le sensazioni della natura ai linguaggi espressivi delle diverse culture e delle emozioni evocate dai meeting, dalle performance artistiche e dalle occasioni di incontro e confronto. Uno spazio “emozionale”, che va ben oltre “viti e bulloni”, fondandosi sui sogni, sui sacrifici e sul progetto ideale di Paola.

Domani (25 settembre) dalle 18 alle 20, i Vvvai festeggiano quindi la loro “vita” e la “rigenerazione”, invitando amici, clienti e chi nel verde cerca la forza di migliorarsi. Un’azienda che vede nella figlia di Paola, Livia Bartoli, che proprio oggi compie 24 anni, il segno di una promessa mantenuta e una continua ispirazione. Livia Bartoli è titolare dei vivai e di Greenheart – Gardens and Lifestyle, insieme al socio e padre Massimo Bartoli.

“Siamo felici del percorso fin qui tracciato e oggi intrisi di emozioni indescrivibili – ricorda Livia Bartoli – Emozionati ma comunque ben concentrati sugli obiettivi, Abbiamo una squadra di professionisti ed esperti che hanno trovato un buona armonia e che si occupano del management dell’azienda, essendo io e mio padre molto assorbiti dal nostro lavoro di private bankers. Credo che il sogno e il progetto di mia madre sia forte di tutto ciò che lei stessa ha seminato. Chiudo gli occhi e vedo chiaramente il suo sorriso di gioia, nel sapere il suo nome vicino a ciò che ha da sempre profondamente amato ed edificato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.