Capannori, in consegna l’ultima tranche di buoni spesa

Sono 670 le famiglie beneficiarie dell'aiuto

A partire da sabato (16 gennaio) e fino a fine mese, il Comune di Capannori consegnerà ai cittadini l’ultima tranche dei ‘buoni spesa’, i contributi istituiti dall’amministrazione Menesini, grazie alle risorse messe a disposizione dal Governo, a favore di coloro che si trovano in difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus non riuscendo ad acquistare in modo autonomo prodotti alimentari ed altri generi di prima necessità.

In totale le famiglie capannoresi beneficiarie di questo importante sostegno economico sono circa 670 per un totale di oltre 2.200 persone di cui più di 100 bambini sotto i 3 anni, per un importo complessivo di quasi 250 mila euro. I ‘buoni’ possono essere ritirati dagli aventi diritto solo su appuntamento, previa chiamata da parte del Comune, nella sede comunale di piazza Aldo Moro (piano terra), allo sportello al cittadino di Marlia, e al polo culturale Artèmisia di Tassignano.

I ‘buoni spesa’ che i beneficiari possono utilizzare per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità, come prodotti per l’igiene personale e della casa, farmaci e integratori alimentari, sia nei negozi di vicinato del territorio e nelle farmacie, sia nei punti vendita della grande distribuzione che hanno aderito al progetto dovranno essere spesi entro il prossimo 28 febbraio.

Alla luce del proseguimento delle misure restrittive che genera ulteriori difficoltà alle famiglie l’amministrazione ha deciso di aumentare l’importo dei buoni spesa fino ad un terzo dell’importo già assegnato pari a 180 euro per i nuclei familiari composti da una sola persona, 240 euro per i nuclei familiari composti da 2 persone o, 300 euro per i nuclei con tre persone, 360 euro per i nuclei con quattro persone,420 euro per quelli con 5 componenti. Per le famiglie con più di 5 componenti si aggiungono 60 euro per ciascun familiare. Inoltre, per le famiglie con bambini tra 0 e 36 mesi sono previsti 60 euro aggiuntivi. Gli importi si dimezzano nel caso in cui le famiglie percepiscano già altri contributi.

“Siamo soddisfatti del grande numero di cittadini che possono usufruire dei ‘buoni spesa’, un aiuto concreto in questo momento in cui molte famiglie si trovano in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria – afferma il vice sindaco con delega alle politiche sociali, Matteo Francesconi-. Non appena si è aperta questa opportunità i nostri uffici hanno lavorato a ritmo serrato per riuscire ad erogare quanto prima questi aiuti e i tempi di consegna quindi sono stati celeri tanto che completeremo la consegna dei buoni entro fine gennaio. Alla luce del protrarsi delle misure restrittive che comporta ulteriori difficoltà alle famiglie abbiamo aumentato l’importo dei ‘buoni spesa’ per i cittadini già beneficiari in modo che possano disporre di maggiori risorse per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità. Ringrazio tutto il personale che ha lavorato negli ultimi mesi per la gestione generale dell’emergenza sanitaria e in particolare per quella dei buoni spesa”.

Di seguito gli esercizi commerciali presso i quali è possibile spendere i buoni spesa:

Cooperativa agricola di consumo di Guamo; Supermercato Sigma, Segromigno in monte; Ingro carico, Marlia; Capannori Nnour Macelleria Islamica, Capannori; Bar alimentari da Dome, Lammari; Macelleria da Giampaolo, Lammari; Pasticceria Fabirica, San Leonardo in Treponzio; Ekom Discount, Antraccoli; Macelleria Napi, Lunata; Fratelli Masini, Lammari; Conad, San Leonardo in Treponzio; La bottega del pane, Capannori; Esselunga, Marlia; Esselunga, Porcari; Alimentari Bertolucci Rossella, Colle di Compito; Il pastificio toscano, Santa Margherita; Gelomarket, Marlia; Unicoop, San Filippo; Macelleria Lencioni, Segromigno in Piano; Minimarket Souaba Hamid, Camigliano; Macelleria Menesini, San Colombano; Enofood il Davo, Marlia; Minimarket Abbes, Capannori; Rosticceria Gastronomia Marfisa, Capannori; Panificio Lazzeroni, Tassignano; Frutta e verdura Lencioni Stefania, Segromigno in Piano; Alimentari Carmignani Francesca, Camigliano; Panificio Pardini, Lammari; Farmacia di Lappato, Lappato; Farmacia Politi, Lammari; Farmacia SS Annunziata, Segromigno in Monte; Farmacia Biagi, San Leonardo in Treponzio; Farmacia Sanviva, Marlia; Farmacia Sanviva , Colle di Compito Ortopedia Michelotti, San Filippo – Lucca; Farmacia San Paolo, Pieve San Paolo; Farmacia Comunale Capannori Centro, Capannori; Farmacia Comunale Capannori Nord, Lammari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.